Home > Recensioni > He Ovat Paenneet (They Have Escaped)

Correlati

He Ovat Paenneet” (“They Have Escaped”) è un film del regista finlandese J-P Valkeapää in concorso nella sezione Giornate degli Autori di Venezia 71.

La pellicola narra la folle corsa a ostacoli verso la libertà di due ragazzi, Raisa e Jon, apparentemente diversi ma in realtà quanto mai simili. I due scappano da un istituto per ragazzi problematici alla ricerca di un tesoro che lei trovò e nascose da piccola.

I boschi in cui è ambientato e la trama romantica rimandano ai plot tipici delle fiabe, Hänsel e Gretel dei fratelli Grimm su tutti. E infatti i due protagonisti finiscono nella casa di marzapane della strega cattiva, incarnata dal personale di sicurezza di una proprietà privata che li punisce a dir poco severamente per averli beccati a bivaccare nel proprio territorio. Dalla fuga romantica il film prende quasi la piega dell’horror senza risparmiare scene abbastanza cruente.

“He Ovat Paennee” può contare su una discreta recitazione degli attori ma è ben distante dal raggiungere anche solo una pallida imitazione di una fiaba. Se le azioni dei protagonisti sono volte a trovare la libertà e la propria dimensione nel mondo, quelle dei personaggi di contorno hanno molto meno senso: da chi li aiuta a chi li ostacola non si riesce a entrare nella psicologia dei personaggi, che risulta inesistente.

Debole, inoltre, risultano due ingredienti fondamentali della fiaba: i cattivi e la morale. Se è vero che una buona storia è basata su un ottimo antagonista, qui l’apice del cattivo è raggiunto dal servizio di sicurezza privato, che inizia a seviziare i due solo per violazione di proprietà privata. Ora sappiamo che se a Palermo le banane non si toccano, come ci ha insegnato Benigni in Johnny Stecchino, in Finlandia occhio a entrare in territori non propri, la prendono davvero male.

Pro

Contro

Scroll To Top