Home > Rubriche > Eventi > Human Rights Nights a Bologna: Cinema e diritti umani

Human Rights Nights a Bologna: Cinema e diritti umani

Sarà “Uomini Di Dio” di Xavier Beauvois, vincitore del Gran Premio della Giuria all’ultimo Festival di Cannes, ad aprire la decina edizione di Human Rights Nights, il festival di “cinema, arte, musica e diritti umani” che si terrà al Cinema Lumière di Bologna dal 21 al 26 ottobre.

Il tema al centro della manifestazione sarà l’ambiente e il cortile del Cinema Lumière accoglierà i ciclamini della Fondazione ANT Italia Onlus, le orchidee a sostegno dell’Unicef, i non-ti-scordar-di-me del Telefono Azzurro e i semi della campagna “Sow the Seed” di Oxfam; lo stesso festival dà testimonianza della propria sensibilità ambientale dando vita, con la collaborazione della società Indica, a un progetto per ridurre le emissioni di anidride carbonica causate dall’organizzazione dell’evento.
Just Do It” di Emily James (dedicato ad azioni di disobbedienza civile), “The Age Of Stupid“, “The End Of The Line” (sulle condizioni degli oceani) sono i film a tematica ambientale che saranno proiettati nell’ambito delle Human Rights Night bolognesi.

Il Festival proporrà poi “Stories On Human Rights“, film collettivo realizzato nel 2008 in occasione del 60° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani; il documentario “Una Giornata Estiva. Bologna, 2 agosto 1980 trent’anni dopo” di Martino Lobezzi e Stefano De Felici e il Premio Amici di Giana, rivolto a registi migranti.

Arricchiscono il programma tre tavole rotonde (“Progetti sul festival: i promotori incontrano istituzioni, fondazioni, sponsor”, “Le idee del festival: associazioni, partnership e collaborazioni”, “I creativi del festival: musica, arte e digital”), l’installazione “Bio-Abisso (L’horizon glisse) 2010″ di Giorgio Bevignani, il lavoro grafico di Visual Lab e la musica di AfricanBamba sound-system.

Si chiude martedì 26 ottobre con il concerto all’Auditorium del DMS di Miguel Angel Estrella, in occasione delle Celebrazioni per il Bicentenario dell’Indipendenza Argentina.

Il programma completo è consultabile sul sito ufficiale.


Scroll To Top