Home > Recensioni > Hunx & His Punx: Too Young To Be In Love
  • Hunx & His Punx: Too Young To Be In Love

    Hunx & His Punx

    Loudvision:
    Lettori:

Follie californiane

Hunx è completamente fuori di testa. Le sue punx… non sono da meno. Detto questo, “Too Young To Be In Love” è a sua volta un disco fuori di testa, tremendamente trash, ma così trash che non può non piacere!

Scoppiettante, colorato, estivo e leggero, ricorda tanto il pop anni ’80 con qualche vena punk e rock and roll, il tutto condito con le immagini ironiche e grottesche del gruppo: un incrocio tra delle drag queen e un eterno carnevale americano, con tanto di riferimenti sessuali più o meno espliciti ma sempre trattati con la leggerezza e l’ironia della band.
Bellissimo.

Non è adatto ai bacchettoni, ai ben pensanti, agli integralisti del rock/metal/punk/qualsiasi-altro-genere, ai tristoni e agli intellettualoidi impegnati. Degno seguito di “Gay Singles” (e mai titolo fu più azzeccato), perfetto da ascoltare in macchina mentre si va in vacanza, ma anche per risollevarsi il morale quando fuori è tutto grigio. Divertente e variopinto, Hunx è perfetto per chi vuole trasgredire in allegria.

Pro

Contro

Scroll To Top