Home > Recensioni > Hysterica: Metalwar
  • Hysterica: Metalwar

    Hysterica

    Loudvision:
    Lettori:

La guerra metallica delle valchirie

E per tutti i maschietti in ascolto ecco dalla Svezia le Hysterica. Questa all-female band al suo esordio discografico è formato da cinque avvenenti valchirie che ci danno dentro come assatanate con un heavy metal diretto e senza fronzoli.

Il loro approccio è un bel tuffo negli anni ’80 fin dal look sanguinario e un po’ pacchiano ma gustosamente esilarante. Ma non pensiate ad un progetto simil demenziale perché queste ragazze non sono certo zuccherini e potrebbero spaccarvi il testone cocciuto con le loro ascie e squartarvi con le varie armi bellicosamente mostrate nelle foto del booklet!!
La potenza sprigionata dalle loro canzoni e la disinvoltura con cui le eseguono sono positivamente impressionanti. Unica pecca a tratti riscontrabile è una voce, quella di Anni De Vil, non sempre potentissima come ci si aspetterebbe. Un timbro più roco alla Lee Aron o Veronica Freeman sarebbe davvero il classico icing on the cake, ma va detto che la singer svedese ha solo 19 anni e tutta la rabbia per affinare i propri artigli.

“Girls Made Of Heavy Metal”, “We Are The Undertakers”, “Louder”, “Metalwar” e “The Bitch Is Back”, sono alcuni dei titoli presenti nel cd nonché pure dichiarazioni di intenti della band. La bravura delle ragazze unita alla sapiente mano di Peter Tagtgren non mancherà di far innamorare i proseliti del pure metal incontaminato, diciamo da subito!

Il vero caro immortale heavy metal spudorato e kitsch è finalmente tornato! Cinque guerriere cattivissime che se ne fregano di tutto e tutti, anche di apparire deliziosamente ridicole potendosi permettere di riscattarsi con una bravura indiscutibile.
Sono pieno di graffi…..

Pro

Contro

Scroll To Top