Home > Report Live > I Korn in discoteca

I Korn in discoteca

I tempi cambiano e non necessariamente in meglio. Oggi all’Alcatraz di Milano, una discoteca e sala concerti come tante, il bicchiere d’acqua costa 2 euro e il pubblico, zona pogo a parte, è abituato ad alzare le braccia per una cosa sola: scattare (pessime) foto con gli smartphone, in modo che anche le persone di bassa statura possano ostacolare la vista a quelle che stanno dietro.

Queste considerazioni preliminari vengono superate quando si accerta che è veramente tutto esaurito per i Korn, una band che col disco “The Path Of Totality” ammicca al massimo a elementi elettronici che sempre hanno covato nel sound della band californiana.

L’ordine delle canzoni proposte nel tour è quantomeno originale. Si apre con una manciata di vecchi singoli, in teoria non più di primissima fascia. “No Place To Hide” è esplosiva, con il bassista Fieldy che – col suo stile funk e molleggiato -, è una calamita per gli occhi. Si procede con una nutrita rappresentanza dell’ultimo nato, di cui il pubblico sembra apprezzare in particolar modo “Get Up!”. Davis si agita sul palco, agita la testa mentre sbraita al microfono e si piega in due, senza che questo gli spezzi le note in gola. Ancora più scatenato il batterista, Ray Luzier, che forse sente di dover ancora dimostrare qualcosa ai fan nostalgici di David Silveria. Munky, con la solite movenze ipnotiche, gode di un volume e un bilanciamento perfetti per la sua chitarra.

Il principale limite del concerto è forse la totale aderenza tra l’esibizione live e le registrazioni in studio. L’interazione dei musicisti col pubblico è inesistente, le pause tra le canzoni minime. Il locale sobbalza veramente quando parte l’obbligatorio best-of: “Here To Stay”, “Freak On A Leash” e dritti fino a “Blind”, con annessi rantolii più che perfetti. Di passaggio ci si imbatte in una cover dei Pink Floyd e in un passaggio di “One” dei Metallica.

Tutto normale, tutto bene.

Predictable
Lies
No Place To Hide
Good God
Narcissistic Cannibal
Kill Mercy Within
Chaos Lives In Everything
My Wall
Get Up!
Way Too Far
Here To Stay
Freak On A Leash
Falling Away From Me
Oildale (Leave Me Alone)
Another Brick In the Wall (Pink Floyd cover)
Shoots And Ladders / One (Metallica cover)
Got The Life
Blind

Scroll To Top