Home > Zoom > Summer Festival 2011: I migliori appuntamenti europei

Summer Festival 2011: I migliori appuntamenti europei

È primavera! È tempo di prepararsi all’estate, alle vacanze e, perché no, agli enormi festival che ormai sono disseminati per tutta Europa! Da giugno a settembre in ogni parte del vecchio continente si suona e si canta, si beve e si dorme in tenda pregando che gli acquazzoni non si sfoghino sulle proprie teste. E si vaga da un palco all’altro in cerca delle band preferite o di qualche stand per divertirsi e rinfrescarsi.

Per quantità e qualità degli appuntamenti in questo 2011 la migliore proposta arriva da oltremanica. Per questo abbiamo riservato un’intera sezione dell’articolo (pagina 2) alle date in UK. Ma prima, senza limiti di genere musicale o di chilometri, Loudvision vuole portarvi in un tour virtuale per i migliori appuntamenti estivi che presenteremo in rigoroso ordine cronologico.

Iniziamo dalla vicina Austria, dove a Nickelsdorf dall’11 al 13 giugno si tiene il Nova Rock Festival. Comodissimo anche per chi giunge dall’Ungheria (il confine si trova a 1km) o dalla capitale Slovacca (Bratislava è a soli 40km), la tre giorni propone in prima linea Iron Maiden, System Of A Down e Linkin Park con scalette che spaziano dall’hard-rock al metal con qualche variazione folk-punk. [Lineup Nova Rock, sito]

Qualche giorno di riposo e nell’adiacente Germania ecco tre giornate di Hurricane (17-19 Giugno). Il nome non tradisce le aspettative: Foo Fighters, Blink 182 e Chemical Brothers insieme a decine di altre band si spartiranno i due palchi allestiti in mezzo ai campi in quel di Eichenring Scheessel dove ci sarà anche l’estesa area campeggio, stand di giochi, bungee jumping e ristori con cibi internazionali. [Lineup Hurricane, sito]

A inizio luglio è la volta di fare tappa nel nord della Francia per il Main Square Festival (1-3 Luglio, a Pas-de-Calais), dove sul palco principale si alterneranno generi piuttosto diversi: il venerdì Linkin Park, Limp Bizkit e Chemical Brothers, il sabato Moby, Arcade Fire e Kaser Chief e la domenica Coldplay e PJ Harvey. Nel frattempo nella “Green Room” suoneranno fra gli altri Beady Eye, Kasabian e Underworld. [sito]

Tocca ora a Novi Sad, Serbia, dove dal 7 al 10 luglio nella fortezza di Petrovaradin si terrà il sempre più rinomato Exit Fest. Se entra nella top 5 di ogni classifica degli eventi musicali estivi è senz’altro per i prezzi concorrenziali (120€ per i quattro giorni), per la location sul Danubio, ma anche per le attività a margine e la selezione musicale. Pulp, Arcade Fire e Grinderman calcheranno i palchi insieme ad una quarantina di altri artisti già confermati, fra cui molti gruppi locali. [Lineup Exit, sito]

E se avete una lista delle cose da fare almeno una volta nella vita, suggeriamo calorosamente di risalire il Danubio e inserirci una visita al Sziget di Budapest. Con un’intera sterminata isola a disposizione e una dozzina di palchi, è l’evento dell’estate. Dal 10 al 15 agosto musica e intrattenimento con infinite attività collaterali: spettacoli teatrali, di ballo, tendoni-discoteca, stand ludici e di ogni altro genere e tipo. Sono ancora pochi gli artisti confermati e fra questi, oltre agli italiani Verdena (che suoneranno sul nuovo “World Music Stage”) ci saranno Skunk Anansie, Dizze Rascals, Interpol e Gogol Bordello. Chicca per i metallari: il palco dedicato alla musica pestata non sarà più un tendone al chiuso, ma un “Huge rock-metal open-air stage” che ospiterà Judas Priest, Motorhead e Sonata Arctica. [Lineup Sziget, sito]

Fine agosto è il momento adatto per fare tappa in Spagna dove troveranno spazio ritmi più reggaeggianti. Dal 18 al 27 a Benicassim si terrà il Rototom Sunsplash (sito). Nato da origini italiane e spostatosi in terra spagnola, propone i maggiori artisti Reggae, lasciando spazio e palchi anche a roots e ska. A condire il tutto ci saranno eventi, dibattiti e lezioni di storia della musica giamaicana.

Manca all’appello la “multinazionale dei festival”. Giovane ma già radicato, parliamo del Sonisphere Festivals (sito) che quest’anno fra giugno e agosto toccherà dodici città in altrettanti paesi europei e per la prima volta passerà anche in territorio italiano. Ci saranno i “Big 4″ nel Regno Unito (insieme a Slipknot, Weezer e Limp Bizkit) e in Francia e gli Iron Maiden in Polonia, Repubblica Ceca, Svizzera e Spagna. Senza dimenticare le altre tappe dell’evento itinerante che passerà anche per Finlandia, Grecia, Bulgaria e Turchia. Mastodon, In Flames, Slipknot e Alice Cooper sono le band che si leggono più spesso sulle scalette.

E se proprio non riuscite a stare con i piedi per terra potete prenotare un volo intercontinentale per fine settembre ed assistere alle performance di Rihanna, Red Hot Chili Peppers, Coldplay, Elton John e Katy Perry se vi piacciono sonorità soft, o Metallica, Angra, Motorhead, System Of A Down e Sepultura se siete estimatori del doppio pedale. Dove? Alla mega arena all’aperto nella City Of Rock adiacente a Rio De Janeiro. Sì! Stiamo parlando della quarta edizione del Rock In Rio! [sito]

Tornando a mete più verosimili, riavvolgiamo il nastro e riprogrammiamo un tour estivo per Regno Unito e Irlanda, dove i festival sono molto più numerosi che nel resto d’Europa, anche se affetti da un’inevitabile tendenza british nella scelta delle band in scaletta.
[PAGEBREAK] Uno dei più suggestivi si tiene sull’isola di Wight dal 10 al 12 giugno. L’Isle Of Wight Festival 2011 prevede come headliners Kings Of Leon, Kasabian, Pulp e Foo Fighters. La brutta notizia però è che i biglietti per l’evento sono già esauriti. [Lineup IOW, sito]

Niente allarmismi: negli stessi giorni e sempre vicino all’acqua si tiene in Scozia il Rockness. Sulla sponda del lago di Lockness vicino ad Inverness si potrà assistere alle esibizioni di Kasabian (sì, sempre loro!), Chemical Brothers e Paolo Nutini come headliner ed una serie di altre band non prettamente rock. E chissà che fra una pinta e l’altra non si possa scorgere il fantomatico mostro. [Lineup Rockness, sito]

U2, Beyoncé e Coldplay, BB King e una serie di artisti decisamente eterogenei parteciperanno al Glastonbury Festival. Dal 22 Luglio, per una cinque giorni di musica, spettacoli e divertimenti anche al di fuori dei palchi musicali. [Lineup Glastonbury, sito]

Se si volesse partecipare è d’obbligo prenotare entro brevissimo: in questi eventi i posti esauriscono per davvero! È ad esempio il caso del T in the Park (sito), e torniamo in Scozia, i cui biglietti sono esauriti -dicono loro- in una sola ora. Peccato: sarebbe stato bello vedere Ke$ha, Manic Street Preachers, Tom Jones, My Chemical Romance e Weezer nell’atmosfera di uno dei festival più grandi d’Europa.

Ad agosto inoltrato si può spaziare invece dai Fun Lovin’Criminals a Rihanna e da KT Tunstall ai Duran Duran al V Festival (V come Virgin). Due soli giorni, ma zeppi di performance alternate su due palchi in altrettanti parchi. Headliner dell’evento Eminem e Arctic Monkeys. [Lineup V, sito]

Anche in Inghilterra ci sono date per i capelloni borchiati. Una su tutte il Bloodstock Open Air (12-14 agosto a Walton-upon-Trent) con i nostrani Rhapsody Of Fire, W.A.S.P., Therion, Immortal, Motorhead e una manciata di altri. [Lineup BOA, sito]

Ultimi ma non meno importanti sono gli eventi che trovano spazio nella capitale inglese. Ad Hyde Park, poi, si possono piantar le tende da quanti sono gli eventi in programma!
L’Hard Rock Calling (sito), organizzato dalla catena Hard Rock Café che quest’anno celebra i 40 anni dall’apertura del primo locale, ospiterà Bon Jovi il 25 giugno e Rod Stewart il giorno successivo. Tempo qualche giorno (1-3 Luglio) ed è la volta del Wireless Festival con Black Eyed Peas, David Guetta e The Streets. [Lineup Wireless, sito] Sempre in territorio londinese, l’High Voltage Festival (sito) che porta al massimo i decibel con Judas Priest e Dream Theater il 23 e 24 Luglio.

Col fiatone terminiamo questa lunghissima passeggiata europea per palchi e stand, certi che ci sia musica per tutti gli orecchi!
E il Wacken? E l’Oxegen, il Primavera Sound, il Graspop, il Roskilde, il Reading e il Leeds Festival? Nessun timore: esistono ancora tutti! Semplicemente, abbiamo selezionato fra più di cento festival europei quelli con la miglior proposta musicale ed extramusicale (divertimenti, cibo, numero di eventi). Per questo motivo ne restano fuori decine di altri; se però volete essere sicuri di non perdere neanche una nota, potete dare una lettura all’elenco completo dei festival in Europa e UK.

Scroll To Top