Home > Recensioni > I Monelli: Il Tempo Non Ritornerà
  • I Monelli: Il Tempo Non Ritornerà

    I Monelli

    Loudvision:
    Lettori:

Sopravvissuti degli anni ’90

I Monelli fanno parte di quell’ondata di gruppi punk rock italiani che fecero la loro comparsa negli anni ’90. Scioltisi dopo qualche uscita discografica d.i.y., i due fratelli fondatori della band l’hanno rimessa in piedi nel 2008 pubblicando ora “Il Tempo Non Ritornerà”, scaricabile gratuitamente.

Quattordici pezzi di classico punk rock ramonesiano in italiano: canzoni sotto i tre minuti, chitarre che macinano power chord su power chord, una ritmica essenziale e la voce un po’ sgraziata che canta di donne e politica, tra il serio e il faceto, con coretti a rendere più accattivanti i ritornelli.

La registrazione lo-fi accentua l’effetto vintage (per così dire) che pervade tutto l’album.

Se I Monelli avessero presentato “Il Tempo Non Ritornerà” come un fantomatico album perduto e ritrovato, nessuno avrebbe esitato a crederci, perché suona proprio come se fosse di dieci o anche quindici anni fa. E questo è tanto il suo punto di forza quanto il suo limite.
L’effetto nostalgico farà giustamente piacere a chi ama e ha amato l’ondata italiana di emuli di Ramones, Queers e Screeching Weasel, ma di contro, esaurito quello, i pezzi in sé non sono particolarmente interessanti. Non a caso il migliore è “Questa Sera Non Finirà Mai”, in cui emerge maggiormente la maturità della band.
Onore al merito, comunque, per averlo reso disponibile gratuitamente.

Pro

Contro

Scroll To Top