Home > Rubriche > Sipario > I Piagnistei che Aiutano a Crescere

I Piagnistei che Aiutano a Crescere

“Kvetch” (eh, sì, la parola significa PIAGNISTEO, nulla di più adatto, data la tematica trattata) è un’opera di Steven Berkoff andata in scena sino al 5 aprile al Teatro Libero di Milano.
Interpreti Lorenzo Bartoli, Luca di Prospero, Enrico Dusio, Francesca Porrini e Carlo Roncaglia.

Il testo, che alterna azioni reali a immaginate, speculazioni, sensazioni, elucubrazioni, sentimenti, paure, è molto vivace ed ottimamente interpretato dai cinque attori, che interpretano alla perfezione un gruppo di alienati partendo da un’analisi delle loro paure.
L’ambiente in cui i cinque si muovono (l’azienda, la casa, il ristorante, la ditta, la camera da letto) è soffocante, i gesti che fanno sono ripetitivi, le loro paure continuano a tornare a galla, ma il finale è di vittoria.

Gli attori hanno una recitazione macchiettistica e divertente e fanno scappare più di una risata. Risata spesso amara, perché scaturita dal fatto che possiamo rilevare (grazie ai numerosi aside degli attori) come ciò che essi fanno o dicono non coincida mai con i loro pensieri. Ma non facciamo così anche noi, d’altro canto? Ed ecco la risata, ecco l’amarezza.
Berkoff mette in scena cinque personaggi fra loro legati, un vero e proprio campionario di desideri inconfessabili: la moglie, casalinga frustrata, che sogna di essere violentata da due spazzini; il marito, piazzista, con pulsioni omosessuali; la suocera, una vecchia ingombrante e fastidiosa; il problematico collega abbandonato dalla moglie; l’uomo d’affari con l’ansia da prestazione sessuale. E li fa parlare, parlare, parlare.
Una commedia intelligente e piacevole, ben recitata (a parte i cinque monologhi recitati tra il pubblico di apertura spettacolo), di cui Carlo Roncaglia (che è l’imprenditore affascinante che cammina sempre un po’ fuori baricentro) è anche il regista.
Scena migliore, in assoluto, quella in cui il marito, Frank, decide di raccontare una barzelletta. Epocale.

Scroll To Top