Home > Report Live > “Il bis? Pedalate ancora!”

“Il bis? Pedalate ancora!”

I Têtes De Bois erano a Roma. Il gruppo torna a stupire con un concerto originale e ecologico: la cornice è Piazza dei Sanniti, che in una calda serata di settembre ospita un palco interamente alimentato con le pedalate del pubblico.

Qualcuno non credeva sarebbe stato possibile arruolare 128 volontari per mettere in moto uno show del genere ma i Têtes De Bois ce l’hanno fatta: il risultato è Goodbike, un concerto gratuito, coinvolgente e appassionante che ha visto uomini, donne e bambini partecipare, questa volta è proprio il caso di dirlo, in prima persona.

La bicicletta è in primo piano, sempre. Una ragazza ai piedi del palco monta una Graziella, tra le bolle di sapone delle decine dei bambini seduti a terra: dietro, un maxi schermo che proietta spezzoni originali del giro d’Italia, quello del 1975 con Francisco Galdos e Fausto Bertoglio, e relativa radiocronaca originale di Claudio Ferretti. Scorrono le immagini di Licio Esposito e viene proiettato per intero il video di “Alfonsina E La Bici”.

Di tanto in tanto la musica si ferma e lascia spazio alle parole: poesie e digressioni sulla bicicletta, onorata in tutto e per tutto dal gruppo di Satta. Questi ripropone i pezzi più famosi delle teste di legno: l’energica “Noi Siamo Il Traffico” dedicata a tutti gli amanti della bici, le dolci “Mia Cara Miss” e “Aria Di Neve” di Sergio Endrigo, la cover di “Coppi” di Gino Paoli, la storica “La Canzone Del Ciclista”, la rockeggiante “Corrosivo Acido”, “Padrone Mio” scritta originariamente da Matteo Salvatore concludendo in bellezza con la celebre “Avanti Pop”.

Non un concerto qualsiasi bensì uno show fuori dagli schemi che ha radunato centinaia di persone, attirate anche dalla curiosità. Nessun calo di tensione, solo entusiasmo da parte del pubblico e una band sempre all’altezza della situazione, anche di fronte ad un’istallazione del genere. Complimenti.

Scroll To Top