Home > Recensioni > Il Cane: Risparmio Energetico
  • Il Cane: Risparmio Energetico

    Il Cane

    Loudvision:
    Lettori:

Can che canta non morde

Se il cane del Moro riesce a correre su tre zampe, due orecchie saranno più che sufficienti per ascoltare “Risparmio Energetico”.

Il Cane ha registrato la sua seconda fatica discografica tra Udine, Roma e un altro paio di città intorno al mondo. Un giro del mappamondo vivace almeno quanto lo è la sua penna. Deve averci conquistato con la sua ironia, questo Matteo Dainese. E con la stessa verve ha dato voce a dodici nuovi brani.

L’impressione è che stia facendo un po’ più sul serio. A suggerirlo è la bellissima “Mongolia”, che se fosse una donna avrebbe i capelli lunghi e un abito chiaro lasciato a giocare col vento. “Lentiggine”, invece, è Il Cane che conosciamo, oltre ad essere uno tra i pezzi meglio riusciti.

Di lui ci aveva conquistato l’instancabile voglia di giocare con le parole. Ora il Dainese vuole darsi da fare con liriche più adulte. Dev’essersi innamorato, oppure ha iniziato a farsi il nodo alla cravatta.
In ogni caso, la maturità (musicale) dà i suoi frutti. E noi li assaggiamo. Gradiamo anche il bis.

Pro

Contro

Scroll To Top