Home > Rubriche > Ritratti > Il Canzoniere

Il Canzoniere

Potremmo iniziare dicendo che Vincenzo Marabita è un chitarrista autodidatta, che inizia a suonare e comporre musica da giovanissimo e da allora la sua carriera assume diversi e sfaccettati aspetti che lo porteranno ad esplorare a 360° il mondo della musica. Questo è quello che ufficialmente si dice di lui, noi invece preferiamo darvi un altro punto di vista.

Ricominciamo. Vincenzo Marabita è un ragazzo del bergamasco che, come molti altri, fa musica. E che come molti altri oggi arriva alla auto-pubblicazione del suo primo disco, l’auto-titolato “Vincenzo Marabita”. Che si pone, a grandi linee, come un buon disco di cantautorato moderno.

Un canzoniere, in poche parole, in cui troverete le radici profonde della musica italiana così come le sonorità del rock britannico. “Vincenzo Marabita” rende qui omaggio tanto a cantanti e autori come Francesco Renga, Vasco, Lucio Dalla quanto a gruppi come Litfiba prima maniera e band provenienti dal panorama indie conterraneo, come ad esempio i Baustelle. Con un tocco di psichedelia.

Sarà anche merito del parterre che accompagna il Nostro sia su disco che sul palco – stiamo parlando di musicisti del calibro di Fidel Fogaroli (tastierista ex membro dei Verdena e collaboratore degli Afterhours), Dario Filippi (bassista, collaboratore di Wizard Band, Feel Hippie and Grumpy, Colori Sonori)- e Matteo Milesi (batterista, ha suonato con Joe Lovano, Gianluigi Trovesi, Bobby Watson), ma il platter funziona. E tolto qualche momento un po’ forzato, “Vincenzo Marabita” è un disco poliedrico che con buona probabilità non mancherà di soddisfare chi gli concederà
un’occasione.

Scroll To Top