Home > Rubriche > Eventi > Il Cinema Ritrovato: Gran finale sabato 5 luglio

Il Cinema Ritrovato: Gran finale sabato 5 luglio

È dedicato al connubio tra musica e immagini in movimento l’evento di chiusura del festival bolognese Il Cinema Ritrovato. Per la serata conclusiva del 5 luglio è prevista la proiezione di sei filmati, con titoli che spaziano dalle avanguardie storiche europee alle sperimentazioni di Oskar Fischinger, il tutto accompagnato dal vivo dall’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna diretta da Timothy Brock. Tra i filmati: “L’Assassinat du Duc de Guise”, del 1908, con le musiche originali di Camille Saint Saens, il celeberrimo “Le Ballet Mécanique”, con le musiche di George Antheil, il René Clair di “Entr’Acte” per la musica di Erik Satie. Per finire, “Motion Painting n. 1″ di Oskar Fischinger, ispirato alla musica di Bach. Appuntamento alle 22 in Piazza Maggiore per un finale in grande stile.

Segnaliamo tra le tante rarità dell’ultima giornata di festival la proiezione di “I Lifvets Var”, pellicola svedese del 1912 in versione restaurata, con uno dei più grandi attori del muto, Victor Sjöström.
Particolare attenzione sarà dedicata nel corso dell’intera giornata alla figura di Giovannino Guareschi, con la proiezione, alle ore 9 al Cinema Lumière 2, di “Ho Scelto l’Amore”, pellicola del 1953 diretta da Mario Zampa, il cui alone anti-bolscevico rimanda allo scontro culturale di cui Guareschi è diventato simbolo. Il film sarà presentato da Turi Vasile e Tatti Sanguineti. Ancora Guareschi alle ore 16 al Cinema Lumière 2, con il capitolo più controverso della sua vicenda cinematografica: “La Rabbia”, ovvero un Pasolini vs. Guareschi datato 1963, un film composto da due parti, affidate a due intellettuali di fazioni avverse. La versione presentata sarà quella restaurata dalla Cineteca di Bologna. Infine, alle ore 18, il documentario di Tatti Sanguineti “La Rabbia I, La Rabbia II, La Rabbia… L’Arabia”, che ricostruisce questa complessa vicenda.

Scroll To Top