Home > Recensioni > Il Disordine Delle Cose: La Giostra

Correlati

Verso l’Islanda

Il Disordine Delle Cose, gruppo piemontese attivo dal 2007, esce con il secondo album, ” La Giostra”. Già dal primo disco omonimo, uscito due anni fa, la band si è creata uno spazio importante nel panorama musicale alternativo italiano.

La differenza rispetto all’esordio, palese sin dal primo ascolto, è il maggior utilizzo di strumentazioni inusuali per band italiane (harmonium e metallofoni ne sono un esempio) oltre ad un’evidente maggior complessità nella costruzione dei brani che spaziano per sonorità e testi.

L’aspetto corale che si ritrova in molti brani dell’album è un ulteriore sinonimo di maturazione e cambiamento del gruppo, un cambiamento che rende “La Giostra” ancora più complesso e coinvolgente.


Registrare un album in un luogo come l’Islanda, patria dei Sigur Ros, non può che portare a sonorità inesplorate. L’influenza di questo luogo e dei suoi artisti si vede eccome, ma la band è comunque riuscita a lasciare inalterata la sua unicità di genere.
Il singolo di riferimento ” Sto Ancora Aspettando” è un elogio all’Islanda, ai suoi spazi infiniti che diventano metafora di una storia d’amore non finita, un capitolo aperto. Metafore coinvolgenti che ci fanno attendere con trepidazione i prossimi cento live de Il Disordine Delle Cose.

Pro

Contro

Scroll To Top