Home > Recensioni > Il Ricco, Il Povero e Il Maggiordomo
  • Il Ricco, Il Povero e Il Maggiordomo

    Diretto da Aldo, Giovanni e Giacomo

    Data di uscita: 11-12-2014

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Il Ricco, il Povero e il Maggiordomo” sono rispettivamente Giacomo, un broker di successo e senza scrupoli, Aldo, un venditore ambulante senza licenza, e Giovanni, il fido domestico del primo.
La vita scorre apparentemente placida per tutti e tre, fino a che Aldo, per scampare ad una retata dei vigili, per poco non viene investito da Giacomo e Giovanni. Così in questo incontro-scontro dei protagonisti, inizia un percorso di redenzione, loro malgrado.

Sulle note dell’esilarante pezzo in dialetto milanese “Vahha Put Hanga” di Walter Valdi, Giacomo scopre infatti di aver subito il tracollo finanziario a causa di un investimento sbagliato. L’evento implicherà perciò paradossalmente la convivenza forzata del trio nella «stamberga» di Aldo, abitata dalla mamma bersagliera di lui (la bravissima Giuliana Lojodice), con l’ideazione di uno stratagemma collettivo che vedrà l’affascinante partecipazione di Francesca Neri.

Così, passo dopo passo, risata dopo risata, si attraversano le piccole tappe di formazione dei tre personaggi. Una vaga ombra che ricorda la dolce immediatezza comunicativa del racconto di “Tre Uomini e una Gamba“, con i Negrita che cantavano “Ho imparato a sognare”. E lo stile, a ben guardare, richiama proprio quei tempi (qui il nostro incontro con il trio di autori).

Ma gli anni passano, ed è complesso costruire novità artistiche con la stessa firma, e una nuova freschezza. Questa volta troviamo Emis Killa insieme ad Antonella Lo Coco (dal programma X-Factor) a reggere la colonna sonora col singolo scritto apposta per la pellicola. E il testo stesso della canzone, sintetizza distrattamente il senso complessivo del clima del film: «Che abbia vinto o no, mi sono divertito».

Pro

Contro

Scroll To Top