Home > Recensioni > Immortal: All Shall Fall
  • Immortal: All Shall Fall

    Immortal

    Data di uscita: 25-09-2009

    Loudvision:
    Lettori:

Sono tornati per restare

Via le perplessità: “All Shall Fall” è un disco black metal scritto e suonato dalla band che più di ogni altra ha incarnato nell’ultimo quindicennio lo stereotipo dei blackster duri e puri. Il marchio sonoro dei signori Abbath, Demonaz e Horgh è enorme e visibile in ogni traccia.

“All Shall Fall” è anche un disco equilibrato, che dalla prima all’ultima nota evita sia di spingere l’acceleratore verso regimi oltranzisti che non erano più nelle corde della band anche prima dello scioglimento del 2003, sia di fare la benché minima concessione “moderata” a tutto quel filone di death-black odierno che crede nella bontà della ricerca melodica.

“All Shall Fall” è infine un disco complesso, che latra ferocemente all’ascoltatore che si riterrà autorizzato a liquidarlo come artificiale o traditore dopo un paio di ascolti distratti. La traccia che dà il titolo al disco e quella che lo chiude, tanto per citare due pezzi, sono esempi di black genuino di encomiabile coerenza con quanto fatto dalla band negli ultimi lavori. Il disco si muove su livelli altalenanti, i musicisti non danno sempre l’impressione di saper ancora maneggiare al meglio l’alta velocità nei pochi momenti in cui ci provano (“Hordes To War”) e la resa di atmosfere gelide, tormentanti e avvolte nella malignità è ancora presente e distintiva, ma senza permeare l’intero disco.

“All Shall Fall” non convertirà una sola persona in più al black metal rispetto a prima, perché gli Immortal hanno dimostrato ancora una volta di essere fedeli a sé stessi, senza tentennamenti.

Il mestiere e la passione dei maestri producono un buon disco pieno di buona musica e questo era inevitabile. Non è il loro disco migliore, ma non c’è nessun conflitto in atto col passato. Speriamo che i Nostri proseguano anche col progetto I, a dimostrazione della completezza della loro vena aristica.

Pro

Contro

Scroll To Top