Home > Recensioni > Incoming Cerebral Overdrive: Controverso

Sale in zucca

Gli I.C.O. arrivano da Pistoia con un carico pieno di rabbia, nervosismo ed intelligenza e vanno dritti al nocciolo del problema: contribuire a ridonare tono, spessore e qualità all’HC italico. Le coordinate dell’operazione sono semplici: riportare competenza laddove regna la stanchezza e la mancanza di idee ed arricchire il proprio suono con un’ampia quantità di fermenti creativi provenienti dall’estero.

Facile ma anche riduttivo citare gruppi come i Converge e i Dillinger Escape Plan per dare un’idea delle sonorità di “Controverso”. Il grind-mathcore del quintetto si muove infatti con agilità all’interno di panorami musicali ben più ampi e variopinti, alternando angolarità geometriche ad aperture post-HC ed affrontando le aggressive sonorità del New School “cum grano salis”. Il risultato delle accurate equazioni del gruppo è un lavoro perfettamente riuscito nei suoi propositi, che va di diritto ad inserirsi tra i dischi italiani da ascoltare di questo 2009 che si sta concludendo.

Violenza e ragionamento. Non succede spesso di ascoltare lavori di tale riuscita qui in Italia nel panorama del genere HC. I ragazzi sanno quando spingere l’acceleratore e quando rallentare. Potrà anche non cambiarvi la vita, ma la sua freschezza è apprezzabile da chiunque.

Pro

Contro

Scroll To Top