Home > Interviste > Intervista ad Arisa: riflessioni alla fine del Se Vedo Te Tour

Intervista ad Arisa: riflessioni alla fine del Se Vedo Te Tour

Mancano ormai pochi giorni alla conclusione del suo “Se Vedo Te Tour” e in vista dei due appuntamenti di chiusura rispettivamente a Roma e Milano, Arisa ci ha raccontato le sue impressioni in un’intervista. E non solo questo. Da giorni, infatti, su alcuni giornali si è diffusa la voce che proprio Arisa potrebbe essere la ancora ignota valletta di Carlo Conti a Sanremo 2015…

 

Il tuo “Se Vedo Tour” è agli sgoccioli.. Martedì sarai a Roma e il 13 a Milano, che pensieri ci vuoi lasciare? Com’è ti andato questo 2014, sei soddisfatta?

Questo tour è andato molto bene. Sono abbastanza felice. Sono stata felice di incontrare tante piazze, tanti posti in cui non ero mai stata. Ed è stato interessante. Girerei l’Italia, ancora una volta!

Quando abbiamo parlato l’ultima volta, ci hai detto di aspettare con ansia la data di Matera…. Se ti chiedessimo di raccontarci la tappa più emozionante del tour?

Sicuramente la prima, al Teatro Arcimboldi, che è stato l’esordio di questo tour diverso dagli altri. Diciamo, ecco, la tappa di Roma e Milano che erano le prime due. Le prime sono sempre molto emozionanti. Più che altro collego l’emozione alla paura.. La paura, purtroppo, per gli esseri umani è a volte più forte dei momenti in cui ti godi un’emozione. Ogni volta che salgo sul palco è come se fosse sempre la prima volta.

Al Teatro Dal Verme di Milano ci sarà la serata di chiusura del tour.. cosa bolle in pentola?

Ospiti no.. ci sarà tanta musica… In realtà facciamo una scaletta, ma giusto come punto riferimento, poi lasciamo molto spazio all’improvvisazione.

Sanremo 2015… girano voci di te valletta di Carlo Conti insieme ad Emma Marrone… che ci dici?

Non so perché girano questi voci perché in realtà io non so nulla. Mi è già successo con altri programmi televisivi che avessero annunciato la mia presenza eppure non c’ero.

Quindi insomma non sai nulla di questa cosa?

No no.

Chi vorresti a Sanremo quest’anno?

Guarda in realtà mi piacerebbe vedere solo un Sanremo che possa ravvivare questo momento un po’ addormentato che la musica italiana sta vivendo. Un Sanremo vivo e che la gente possa amare dalla prima all’ultima canzone. Insomma, vorrei che tutte le canzoni del Festival diventassero delle Hit!

Parliamo del duetto con i Club Dogo nel brano “Fragili”. Come si fa a unire due tipi di musica e vocalità così diversi. Come ti sei trovata a collaborare con loro?

Mi sono trovata benissimo con loro perché sono dei grandissimi professionisti. Hanno ben in testa la disciplina che si deve avere per ottenere dei buoni risultati nella musica.

Sai, io sono un’interprete, mi piace cimentarmi in generi diversi dal mio. Anche perché non credo di avere un genere, canto le canzoni in cui mi ritrovo. Se domani una canzone di musica house dovesse avere un contenuto che mi interessa o delle melodie e una struttura interessanti, probabilmente la canterei.

La scorsa settimana è stata pubblicata la classifica dei nomi più ricercati dagli italiani sul web e tu sei nella top ten dei cantanti più ricercati, superando persino Miley Cyrus… Te lo aspettavi? Sei contenta di avere così tanti fan?

Si si sono veramente molto contenta di questo! Tra l’altro anche io sono abbastanza interattiva in questo periodo della mia vita.. Sono un po’ più libera, quindi mi fotografo volentieri! (ride).

Domani sarai ad Assisi, al Teatro Lyrick per ricevere il Premio Rosa dell’Umbria. Come ti senti a ricevere un premio che andrà anche a due mostri sacri come Zeffirelli e Baudo?

Contenta! Sai, non mi faccio troppo suggestionare. Non amo autocelebrarmi rispetto ai premi che ricevo. Sono onorata, e umilmente felice. Non mi monto la testa, ecco!

Ti metterai presto a lavoro per un nuovo album?

Mmm.. non so..Per ora mi godo un po’ la mia bici!

Ormai manca meno di un mese: qual è la colonna sonora del tuo Natale?

Non lo so.. devo pensarci! Lo vedo un po’ lontanuccio ancora…

Pensiamo a Roma e Milano intanto..

Più che a Roma e Milano io penso al giorno che vivo..

E la sera di Natale e capodanno ti riposerai o hai in mente qualche concerto? Sai già qualcosa?

Lo so lo so.. ma non fa parte della mia vita pubblica. Come tutti gli italiani passerò il Natale con la mia famiglia. Non so dove, ma sicuramente sarò con la famiglia.

Chissà.. Magari ti vedremo in qualche concerto da qualche parte?

Si..

Speriamo dai!

Mi sa che mi vedrete su Instagram (ride).

Quello sempre, tutti i giorni! Ciao Arisa, grazie!

Grazie a voi come sempre.. e Buon Natale!

Scroll To Top