Home > Zoom > Iron Mais: The Magnificent Six raccontato brano per brano

Iron Mais: The Magnificent Six raccontato brano per brano

Avete letto bene. Iron Mais. E vai a vedere che la grafica del nome è praticamente la stessa di quelli famosi. Un plagio? Ma no! Una semplice parodia. Se poi diamo un occhio al titolo di questo disco: “The Magnificent Six”. E se qualcuno pensa che il punto forte sia l’ironia allora si sbaglia di grosso. I nostri tornano in scena con un solito piglio western dal retrogusto amaro di rock/punk in un disco in cui interpretano grandi brani del passato mescolandoli ai nuove scritture. Sei brani famosi in chiave old west contro sei brani inediti in chiave…old west. E dentro la grinta e l’energia del rock. Il tutto con un piglio divertente, autorizzino e con un bizzarro modo di essere aderenti a quel tipo di cultura…antica. In rete il video di lancio del singolo “The Rhythm of the Night” con la featuring di Corona. E noi siamo felici di raccontarvi gli inediti di “The Magnificent Six” che a quanto pare troverete anche in Vinile.

Iron Mais, “The Magnificent Six” brano per brano

Cucù

È un brano che prende un po’ in giro gli arrampicatori sociali, le persone prevaricanti, i finti saccenti, e lo fa in modo ironico paragonando la loro vita a quella del cuculo, un uccello che si appropria dei nidi altrui senza fatica e che ha la caratteristica, oltre che del canto, del parassitismo.

Drink & Drive

Un brano particolarmente satirico che tratta il tema serio dell’abuso di alcool ma in un modo divertente dal punto di vista di chi beve (sempre responsabilmente) fuori casa, brano che chiaramente si conclude con il consiglio di bere ogni tanto se si vuole ma al sicuro tra le mura domestiche.

Ahi Che Dolor

Una classica descrizione della società in cui viviamo che tocca tutte le tematiche, un quadro provocatorio ma tutto sommato purtroppo reale del modo di vivere che ci viene imposto dove le fregature, come dice il pezzo, fanno tanto tanto male!

Lambro River

Una comoda ballata che descrive le delizie e le primizie paesaggistiche lombarde ironizzando però sulla situazione ambientale un po’ critica che si trova spesso nei punti di ritrovo come ad esempio sulle rive dei fiumi dove, secondo gli Iron Mais, si possono felicemente pescare immaginari pesci a tre occhi.

Friendshit

Un brano che racconta i rapporti con le persone che fanno parte della nostra vita definendosi amici ma che dell’amicizia non sanno nulla, estranei presuntuosi, persone leggere e deludenti alle quali nel pezzo vengono simbolicamente dati insegnamenti ed ironicamente inflitte punizioni, da qui il gioco di parole friendship/friendshit.

Grano Duro

Un racconto che descrive un’immaginaria situazione familiare di un contadino dove ogni tanto subentrano anche piccole crisi economiche che vengono risolte con l’arte dell’arrangiarsi, tentare di risalire vendendo.

Scroll To Top