Home > Recensioni > Johann Sebastian Punk: Phoney Music Entertainment
  • Johann Sebastian Punk: Phoney Music Entertainment

    Aereostella / none

    Data di uscita: 13-10-2017

    Loudvision:
    Lettori:

Un artista fuori dagli schemi e una passione spiccata per la musica vera. Questo è Johann Sebastian Punk, che a tre anni da suo esordio  “More Lovely and More Temperate”, album che gli valse una candidatura nella cinquina finale del Premio Tenco come Miglior Opera Prima, torna con Phoney Music Entertainment. Un disco esplosivo di nove ambiziose tracce, frutto accurato di generi completamente opposti che si incrociano e si scontrano dando vita, a un prodotto notevolmente visionario.

Proprio come una riuscita reazione chimica, Johann Sebastian Punk sforna una proposta anticonvezionale, un disco emotivamente sboccato che, nato su una base dream pop, si dilata poi in contaminazioni punk, prog, e jazz.

Phoney Music Entertainment, uscito lo scorso 13 ottobre su etichetta Aereostella/Fortissimo, conferma la ricercatezza e l’autenticità del promettente esordio, con suoni ruvidi e molto meno patinati a cui siamo abituati oggi.

Emotivamente spiazzanti sono rispettivamente la settima e l’ultima traccia The Quintessential, Manifest Destiny, mentre Samba da Segunda-Feira scaturisce un vero e proprio coinvolgimento dinamico-emozionale.

Insomma, anche stavolta Johann Sebastian Punk sorprende tutti con le sue idee estreme, in sintonia con quella stranezza che lo ha reso oggi tra i migliori musicisti della scena progressive pop.

Ciò che rimane è quell’ intimo bisogno di assorbirne l’anima, la musica che si fa arte.

Tracklist:

1. Mankind Blues

2. Confession

3. Tragedy

4. In Search of the Miraculous

5. Samba da Segunda-Feira

6. Rite of Passage

7. The Quintessential

8. Insanity Fair

9. Manifest Destiny

Pro

Contro

Scroll To Top