Home > Recensioni > John Wick

Correlati

Ancora scosso per la recente scomparsa della moglie, John Wick (Keanu Reeves) viene malmenato, derubato della propria auto e privato dell’ultimo regalo fattogli dalla defunta da un gruppo di giovani criminali russi.

Deciso a vendicarsi, John torna nel mondo sotterraneo fatto di mercenari, assassini e capi mafiosi con l’intenzione di uccidere i suoi assalitori, ambiente in cui è un’autentica leggenda per la sua letalità e brutalità. A colpirlo però è stato il figlio del suo precedente, potente datore di lavoro (Michael Nyqvist) e ottenere rivalsa non sarà facile neppur per un uomo nero come lui.

Dopo aver curato decine di coreografie e stunt per i film d’azione hollywoodiani, Chad Stahelski si mette dietro la macchina da presa per una pellicola dedicata agli amanti del genere “uomo in cerca di vendetta”.

Accanto a combattimenti e sparatorie ben diretti e più precisi ed espliciti della media, sorprende uno script che coniuga in uno strano miscuglio le tipiche mancanze di storie inconsistenti utilizzate come pretesto per menare le mani e un tentativo talvolta riuscito di rendere ironico un personaggio granitico e bidimensionale (è fortissimo, è leale, non è ragionevole, è il Diavolo in persona per i suoi nemici) insieme al suo mondo criminale elegantemente organizzato (con tanto di imprese di pulizie ed alberghi dedicati per killer).

Pro

Contro

Scroll To Top