Home > Recensioni > Johnny DalBasso: Cannonball
  • Johnny DalBasso: Cannonball

    Goodfellas / none

    Data di uscita: 18-01-2019

    Loudvision:
    Lettori:
    Vota anche tu

Correlati

Il prossimo 18 Gennaio uscirà Cannonball, il terzo lavoro discografico dello one-man-band campano Johnny DalBasso.
Non il trionfo del fai da te ma il miglior modo per cominciare qualcosa…dal basso”; mentre qualche anno fa pronunciava queste parole, ora che ha cominciato si direbbe che stia continuando bene e questa volta con l’aiuto di altri addetti ai lavori: infatti a questo giro Johnny ha scritto e prodotto il suo lavoro insieme a Giovanni Terrinoni che ha registrato le batterie, Daniele Tortora che l’ha missato, e Giovanni Versari che l’ha masterizzato. Pur cambiando il metodo di lavoro Johnny tiene sempre lo stesso filo conduttore dei precedenti album “JBD” e “IX”: punk-rock, ritmi infuocati, armonie talvolta dissonanti come nel brano d’apertura It’s Over. Interessante la reinterpretazione di Furore di Adriano Celentano, brano del 1960 difficile da scovare se non si possiede un’infarinatura di musica leggera italiana (cosa difficile per un pubblico del genere). Pur restando rude per certi versi, non mancano i riferimenti ai sentimenti come in San Francesca, Storia d’amore, Adesso e qui: si ha infatti la contrapposizione in alcuni casi tra la musica “dura” e i testi “morbidi”, ma sempre grintosi.

Tracklist:
1. It’s Over
2. Cannonball
3. Furore
4. San Francesca
5. Sufrimiento
6. La Scala
7. Micidiale
8. Niente di male
9. Lascia a casa tuo marito 10. Storia d’amore
11. Adesso e qui
12. Al Bar (ghost track)

 

di Francesco Oppes

Pro

Contro

Scroll To Top