Home > Report Live > Jovanotti a Roma col 2015cc Tour, report live e scaletta

Jovanotti a Roma col 2015cc Tour, report live e scaletta

Il 12 Luglio 2015, lo stadio Olimpio di Roma ha ospitato l’unica data capitolina di Lorenzo Cherubini, per tutti Jovanotti.

Parliamoci chiaro, in Italia sono pochissimi gli artisti in grado di offrire veri e propri show nei grandi stadi; Jovanotti, con il suo Backup Tour prima e ora con il 2015cc Tour, si è sicuramente guadagnato il primo posto sul podio degli artisti più seguiti d’Italia. Un concerto a cui hanno lavorato oltre quattrocento persone tra tecnici, ingegneri, artisti per creare un palco che in quanto a effetti speciali e visivi non ha nulla da invidiare ai grandi d’oltreoceano. Un live che ha registrato con facilità tre sold out consecutivi a San Siro e, ieri sera, un ennesimo sold out in uno dei palcoscenici più complicati: l’Olimpico.

 

Lorenzo riesce a trasformare la musica in una grande festa e ogni nuova canzone in un prezioso classico già affermato. Così, come un Re Mida del pop italiano, ogni singolo che pubblica è un successo da primo posto in classifica; che si tratti di una canzone sull’estate o di una sull’amore (o di una sugli amori estivi, non importa). La conferma è arrivata senza ombra di dubbio attraverso la passione e l’energia con cui i fan hanno cantato novità come “Gli Immortali”, “L’estate Addosso” o “L’Alba”.

Nelle quasi tre ore di concerto abbiamo assistito a pirotecnici giochi di luci, proiezioni futuriste sulla gigantesca saetta come sfondo del palcoscenico, a numerosi video girati proprio per l’occasione. La band ha sfoggiato i suoi abiti migliori: sgargianti, strambi, eleganti e unici. Mentre Lorenzo tra una danza e l’altra avrà percorso chissà quanti metri correndo da un capo all’altro della pedana, senza sosta.

Oltre le novità già citate anche la discotecara “Sabato” e la tribale “Musica” sono state portate sul palco dello stadio romano.

Il cantante toscano ha alle spalle una lunga carriera di brani a cui molti fan sono particolarmente affezionati e per questo motivo non sono mancati i Classici con la “c” maiuscola come “L’ombelico del Mondo”, “Bella” o “Serenata Rap” (con un feat. d’eccezione di Carlo Conti).

Tra un ballo e l’altro non sono mancati i momenti di romanticismo; “A Te”, “Le Tasche Piene di Sassi” e “Stella Cometa” hanno fatto cantare tutti i presenti rimasti che non erano già impegnati a baciarsi con il/la rispettivo/a metà.

Sul palco si sono esibiti dei musicisti di un altissimo valore e lo spettacolo in sé, inteso come intrattenimento puro, è di uno spessore indiscutibile. La capacità di raggiungere così tante persone con la semplicità dei testi e delle melodie è il dono che la dea della Musica ha fatto a Lorenzo Cherubini; la sua bravura è di saperlo sfruttare al meglio. Questi punti sono indiscutibili.

Come molti grandi artisti non può non dividere l’opinione pubblica, chi lo ama, chi lo disprezza, chi lo compra, chi lo svende. Il dato di fatto è che, nel 2015, questo ormai maturo Disc Jokey, lo conoscono tutti.

Di strada, con la sua moto, ne ha ancora parecchia. Ora che è arrivato in vetta vediamo cosa succederà, noi continuiamo a pensare positivo.

Scaletta del concerto di Jovanotti allo stadio Olimpico di Roma:

 

Penso positivo

Tutto acceso

Attaccami la spina

L’alba

Una scintilla

Sabato

Il più grande spettacolo dopo il big bang

Bella

Stella cometa

Ora

Fango

Il mondo è tuo

Non m’annoio / Falla girare / È la scienza bellezza / Tanto / Muoviti muoviti

L’ombelico del mondo

Musica

L’estate addosso

Estate

(with “Estate 1992″ snippet)

Le tasche piene di sassi

L’astronauta

Serenata rap

Come musica

Tutto l’amore che ho

La notte dei desideri

Tensione evolutiva

Mezzogiorno

Ragazzo fortunato

Encore:

A te

Gli immortali

Ti porto via con me

Scroll To Top