Home > Report Live > Julie’s Haircut: l’Ashram Equinox tour a Roma

Julie’s Haircut: l’Ashram Equinox tour a Roma

La pioggia incessante non ferma i romani.
L’Angelo Mai Altrove Occupato registra un afflusso consistente di pubblico, arrivato da chissà quali universi per assistere all’esperienza mistica messa in piedi dai Julie’s Haircut e da VJ Klein.

La performance inizia abbastanza puntuale: c’è un telo davanti alla band emiliana, un telo che la separa e al contempo la unisce all’audience tramite proiezioni di immagini in continuo movimento. “Ashram Equinox” è proprio questo, il suono che si tramuta in percezione visiva inducendo l’ascoltatore in uno stato di quasi trance, fra colori lisergici e loop elettronici che evolvono da una forma all’altra.
Stasera sullo stage c’è anche un sassofonista che impegna l’anima in ogni nota che emette e sembra che ci sia nato, su quel palco.

Finite le otto tracce che compongono il paesaggio sonoro dell’ultimo album, i Julie’s Haircut suonano alcuni brani estratti dai precedenti lavori, quale l’apprezzatissima “The Devil In Kate Moss”. Appare pure la cover di “Heart And Soul” dei Joy Division, riconosciuta subito dal pubblico che si mette a cantarla e a muoversi al suo ritmo.
Un bis prolungato e la band saluta Roma lasciando parlare le dissonanze degli strumenti e le distorsioni degli amplificatori.

L’elettronica analogica funziona più dell’LSD.

Scroll To Top