Home > Recensioni > June 1974: Artestetica
  • June 1974: Artestetica

    June 1974

    Loudvision:
    Lettori:

Ballando si decide

Federico Romano continua a portare avanti il progetto musicale June 1974 compiendo piccoli passi verso grandi cambiamenti e nuovi orizzonti tutti ancora da esplorare.

Dopo l’uscita dell’album “Storia” con il quale si cercava una vera identità in mezzo a vari genere musicali, con “Artestetica” sembra che sia giunta l’ora delle decisioni che ti fanno crescere e allo stesso tempo mettono paura per la scelta che comportano. Le canzoni sono tutte sotto il segno dell’elettronica: di quella danzereccia, che senza spiegazioni prende possesso delle tua mani e te le porta verso il cielo.

Dance valida, già testata in alcune track del precedente album, che per gli amanti del genere può portare indietro nel tempo, quando nelle discoteche si ballava davvero musica di qualità.

Nessun tipo di musica può essere creata schiacciando solo un bottone, oltre al dito ci vogliono anche anima e cuore. Federico lo dimostra in ogni secondo di questo suo nuovo EP.

Oltre a essere musicista, il signor Romano è anche autore di libri, e questa accoppiata rende intrigante ogni suo lavoro: riesce a portare i fattori letterali nella musica e viceversa creando un sound non solo da sentire ma da visualizzare e, ora possiamo dirlo con sicurezza, anche da ballare.

Pro

Contro

Scroll To Top