Home > Recensioni > Katagory V: Hymns Of Dissension
  • Katagory V: Hymns Of Dissension

    Katagory V

    Loudvision:
    Lettori:

Banale e noioso

Ma questi suonano i mid-tempo degli Iron Maiden con lui sopra che canta solo le vocali?
È un po’ questo il pensiero che occupa la mente tentando di ascoltare “Hymns Of Dissension”. Poi non c’è dubbio sul fatto che, in realtà, gli Iron Maiden non siano affatto l’influenza principale a cui sono soggetti i Katagory V, che sono mmeregani e, quindi, vanno a nozze con i tempi medi, le chitarre rocciose e le atmosfere cupe. Giusto per non allontanarsi dai luoghi comuni in cui i Nostri sguazzano.

Allora potrebbero anche essere i Fates Warning degli inizi a essere scimmiottati, ma sembra quasi troppo nobile come citazione: è, invece, proprio la banalità più becera che meglio descrive un disco in cui l’impegno e la convinzione profusi in fase produttiva sono inversamente proporzionali al fascino e all’utilità marginale.

Scroll To Top