Home > Recensioni > Keldian: Journey Of Souls
  • Keldian: Journey Of Souls

    Keldian

    Data di uscita: 20-05-2008

    Loudvision:
    Lettori:

The storm is here, we will show no fear

I norvegesi Keldian ripongono tutte le loro forze nelle persone di Christer Andresen (voce, chitarra e basso) e Arild Aardalen (tastiere), unici due membri ufficiali della band, e con “Journey Of Souls”, loro secondo disco, propongono al pubblico un viaggio galattico attraverso undici tracce di power metal.

Un occhio al passato e uno al presente: le attitudini musicali del duo si sentono in ogni brano, amalgamate in un risultato a cui, nonostante i chiari rimandi, non può negarsi un tocco di personalità. Le influenze riprendono matrici A.O.R. che fanno capolino di tanto in tanto (“The Reaper”), spesso celate da cori in stile Blind Guardian (“The Last Frontier”, ottimo biglietto da visita per la band) e da ambientazioni power metal scandinave memori di Nightwish e Stratovarius (“The Ghost Of Icarus”, tra le altre). Ciò che giace al di sotto di tutto, e che tutto tiene assieme, sembra essere il debito nei confronti degli Iron Maiden, i cui insegnamenti si fanno sentire costantemente.

Con “Journey of Souls” i Keldian si dimostrano abili nelle parti di insieme e rivelano una notevole cura nella produzione. Nonostante tutto, il risultato delle composizioni risulta ancora troppo altalenante. Forse, con un po’ di sicurezza in più, tutto comincerà a funzionare.

Scroll To Top