Home > Recensioni > Killswitch Engage: Killswitch Engage

Killswitch Engage: Killswitch Engage

Ristampa del primissimo lavoro su Ferret

Eccoci qui a raccontare della ristampa del poco conosciuto (almeno da noi) debut album targato Killswitch Engage. Nuovo artwork, come sempre molto curato e decisamente migliore del precedente (pur conservando lo stesso concept, variato in colorazione e tonalità) mette l’abito buono ad un disco che non conserva grosse sorprese, se non per i veri die-hard fans della band americana. Certo, riascoltare questo debut alla luce di una produzione tutta nuova (devastante e nemmeno paragonabile alla prima versione), fa sempre piacere e viene voglia spesso di fracassare la testa contro il muro, ma se pensiamo al fatto che 2/9 delle canzoni presenti furono poi incluse nel successivo “Alive Or Just Breathing” e come bonus tracks sono state aggiunte delle versioni demo dello stesso album, rimane ben poco di nuovo a cui aggrapparsi e la sensazione è quella di trovarsi di fronte a poco più che un minicd piuttosto che ad un vero e proprio full length. Non mi dilungherò molto sul fatto che si tratti o meno di operazione commerciale per raschiare il fondo del barile KSE, anche perché non me ne può fregare di meno. Ferret lo aveva licenziato anni or sono, Roadrunner lo ristampa nel 2005. Poco da aggiungere. Compratelo. Se non ne potete fare a meno.

Scroll To Top