Home > Recensioni > Kinzli & The Kilowatts: Down Up Down

Correlati

Una voce che sperimenta

Kinzli è una cantautrice di origine coreana, che al secondo album si è già reinventata: il disco “Down Up Down” è infatti uscito sotto il nome di Kinzli & The KiloWatts, dal momento che la cantante si avvale adesso della collaborazione di una band.

Il risultato è un album pieno di energia. La voce di Kinzli potrebbe essere adatta a qualsivoglia genere lei desideri sperimentare, ma sicuramente si sposa ottimamente con il rock melodico. Sono presenti tutti i classici strumenti rock, usati al meglio del loro potenziale: chitarra elettrica, acustica, batteria. Non manca nemmeno la voce maschile, della quale Kinzli si avvale in “Come Back To Life”, rendendola una delle canzoni più intense dell’album.

Certo, lo strumento più potente rimane la voce di Kinzli, da godere in ogni canzone.

Ascoltando una voce ci si possono fare molte idee sul suo proprietario: l’idea che ci si fa ascoltando Kinzli è che debba essere una cantante molto carismatica, soprattutto dal vivo. L’alternanza di diversi ritmi rende il disco piacevolissimo: un po’ per scherzo e un po’ no, “un ottimo ascolto da autoradio”. Perché è soddisfacente e rilassante trovarsi nel traffico con “We Walk For Peace” in sottofondo.

Pro

Contro

Scroll To Top