Home > Rubriche > Music Industry > L’Hi-Tech sotto i riflettori

L’Hi-Tech sotto i riflettori

Iniziare una nuova rubrica è sempre qualcosa di emozionante perché racchiude quello che è il senso di un percorso di ricerca personale che nasce moltissimo tempo fa. Farlo, poi, per un sito come LoudVision che fa della passione dei suoi lettori il suo “leit motiv”, lo è ancora di più.

La mia è una passione che ha radici lontane, cresciuta e maturata nel corso di anni spesi a comprare, smontare e studiare il nuovo mondo informatico in cui ci stavamo trasformando, a cibarmi, insomma, di tutto quello che fosse tecnologicamente innovativo! Ho avuto la fortuna (alcuni magari non saranno d’accordo) di nascere proprio negli anni che hanno accompagnato il passaggio dall’analogico al digitale. Fino agli anni ’80 l’unica vera novità vera è stata rappresentata dall’abbandono del bianco e nero. Ancora ricordo quando mio padre portò a casa, pieno di soddisfazione, il primo televisore a colori. Gli era costato 2 milioni di vecchie lire che, rapportati al costo della vita di allora, era come aver acquistato un’auto nuova. Quello fu l’inizio, per me, dell’amore per tutto ciò che riguardasse l’Hi-Tech inteso come innovazione volta al miglioramento della nostra esistenza!

Tornando indietro con la mente a quegli anni, mi viene da sorridere pensando a tutto ciò che ho vissuto. L’emozione del primo cellulare con la calcolatrice integrata o quando riuscii a convincere i miei per acquistare il primo videogame, due barrette bianche che facevano andare un puntino luminoso da una parte all’altra del monitor.

Ho visto abbandonare i dischi in vinile per le audiocassette, nascere le VHS e abbandonarle per i DVD, fino ad arrivare alle nuove generazioni targate iPhone e iPod. Per quasi un secolo abbiamo vissuto in una specie di letargo, ma negli ultimi 20 anni il nostro modo di vivere è radicalmente cambiato. La musica si ascolta in MP3, i film si vedono in Divx, le foto si scattano in digitale e si stampano a casa.

Se prima orientarsi tra i vari prodotti era più semplice, oggi il ricambio tecnologico avviene in maniera così rapida, che spesso non ci lascia neanche il tempo di abituarci a una tecnologia che subito dobbiamo sostituirla con quella successiva. Per chi non è del settore stare al passo con tutte le innovazioni che giornalmente vengono presentate è a dir poco impossibile! Troppe marche, troppi prodotti, troppo poco tempo per reperire le informazioni necessarie. Tutto questo si traduce in incertezza al momento dell’acquisto e paura di fare la scelta sbagliata.

Riviste, volantini, pubblicità, tutti sono pronti a dirci di cosa abbiamo bisogno, siano esse le nuove reflex compatte con valori ISO altissimi o il nuovo televisore X che costa però 3/4 del nostro stipendio. Ma in realtà cosa ci serve davvero per goderci al meglio le nostre passioni? Cos’è davvero importante sapere quando acquistiamo un prodotto?

1,2,3 PROVA… AZIONE! non sarà la solita rubrica sull’Hi-Tech, ma vuole essere un punto di riferimento per indirizzare al meglio i suoi lettori negli acquisti e mettere le loro passioni, musicali o cinematografiche che siano, al sicuro da tutti quei falsi miti che spesso portano a compiere scelte sbagliate! Li smonteremo uno per uno fornendo le giuste chiavi di lettura che ci permetteranno di intraprendere un avvincente viaggio alla scoperta “delle cose che servono davvero”.

Scroll To Top