Home > Rubriche > Music Industry > La chitarra elettrica che avrà un’App Store

La chitarra elettrica che avrà un’App Store

Gibson ha fatto la storia della musica rock producendo alcune delle chitarre elettriche più apprezzate dai maggiori artisti come Frank Zappa, Eric Clapton e molti altri. Per ritornare ai fasti di un tempo, all’ultimo CEO ha presentato la sua ultima creazione, la Firebird X. Lo slogan utilizzato è stato: “This is new. This is different. This is revolution”. Si tratta di una chitarra nata per stravolgere il panorama musicale presentandosi come un qualcosa di nuovo, differente e rivoluzionario, avanti anni luce rispetto a tutto quello visto finora.

Questa chitarra elettrica a sei corde, unisce un design classico che rievoca vecchi modelli a una serie incredibile di contenuti tecnologici mai utilizzati prima su strumenti del genere. Il corpo è realizzato in frassino, ha un manico in acero e la tastiera in Angelim Rajado, un legno brasiliano molto resistente. Una soluzione che ha permesso di realizzare uno strumento molto leggero e piacevole da suonare per ore e ore senza stancarsi. Alcune speciali camere di risonanza, oltre a ridurre ulteriormente il peso complessivo, hanno consentito di ottenere una gamma di tonalità molto più estesa.

Sono ben 20 le novità introdotte sulla Firebird X che la rendono una chitarra fuori dall’ordinario e la dotazione è di tutto rispetto. La batteria interna è in grado di fornire un’autonomia di oltre due ore in uso continuo, il controller a pedali utilizza la tecnologia Bluetooth per eliminare cavi ingombranti, l’interfaccia PC integra la funzione di registrazione su memorie SD e la custodia in dotazione è in grado di proteggerla anche da una caduta di ben sei piani di altezza.

L’elettronica integrata offre una serie di effetti on-board completi e facilmente gestibili attraverso i comandi presenti sul lato superiore. Si può così elaborare il suono e aggiungere effetti direttamente dalla chitarra. Si hanno a disposizione i feder per regolare modulazioni, eco, riverbero, compressione, distorsione ed equalizzazione. Una manopola a 11 posizioni controlla i vari effetti inseriti, un selettore a tre posizioni serve per scegliere gli effetti di compressione, distorsione ed equalizzazione mentre un altro (sempre a tre posizioni) consente di attivare gli effetti di modulazione, echo e riverbero.

Il software fornito in dotazione comprende Ableton Live 8 e 4 Pro Guitar Rig, ma il sistema Firebird X mira a diventare un vero e proprio standard per dare la possibilità ad altre aziende di sviluppare applicazioni in grado di integrarsi con questa nuova tipologia di chitarra. Secondo quanto affermato da Gibson, solo il 20% delle potenzialità di questo nuovo standard è attualmente sfruttato. Grazie, invece, alle applicazioni che saranno sviluppate da terzi, si potranno ottenere ulteriori miglioramenti senza dover apportare alcuna modifica hardware. Lo scopo è quello di realizzare un vero e proprio App Store, simile a quello di Apple, che rappresenterà anche un’ulteriore fonte di guadagno. Si tratta di una nuova frontiera per le chitarre elettriche poiché la tecnologia usata per la prima volta sulla Firebird X sarà integrata in futuro anche su modelli di fasce di prezzo diverse.

La Gibson Firebird X ha un prezzo al pubblico di 5.570 dollari ed è disponibile in serie limitata di 1800 pezzi. Per maggiori informazioni consultare il sito del produttore alla pagina www2.gibson.com/Products/Electric-Guitars/Firebird/Gibson-USA/Firebird-X.aspx.

Scroll To Top