Home > Rubriche > Sipario > La città del Teatro, il Teatro a Milano

La città del Teatro, il Teatro a Milano

Tutto pronto per la terza edizione della Festa del Teatro, la grande kermesse della scena milanese promossa dalla Provincia e dal Comune di Milano, dalla Regione Lombardia, dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e dall’Associazione Generale Italiana Spettacolo/Lombardia.

Padrino ideale della manifestazione sarà Toni Servillo che il 18 ottobre la inaugurerà con un incontro-prologo al Piccolo Teatro-Studio intitolato “Interpretazione e Creatività“, quindi la lunga marcia si farà intensa dal 24 al 26 ottobre 2008. E mai come quest’anno il programma si presenta denso e vario, proponendo più di 250 spettacoli in oltre 100 siti – tra i teatri cittadini, quelli di Monza, Seregno, Brugherio e Legnano, e altre sedi di rilievo e originali – tutti con un biglietto da 0 a 3 euro.

Tra le novità dell’edizione 2008 un ricco calendario di danza che coinvolge le compagnie cittadine. Il tutto a testimoniare la vivacità di Milano, “città del teatro”, che tiene stretto il record italiano per l’affluenza alle sale.

Tra gli innumerevoli percorsi tematici sottesi al denso calendario, spicca quello dedicato al Lavoro, a cominciare dalla presentazione al Teatro, in prima nazionale, dello spettacolo tratto dal libro-inchiesta sul precariato di Aldo Nove “Mi Chiamo Roberta, Ho Quarant’Anni, Guadagno 250 Euro Al Mese”, di cui l’ex-autore, insieme al regista Renzo Martinelli, cura anche la drammaturgia.

Assolutamente attuale anche la rappresentazione della tragedia contemporanea delle morti bianche nello spettacolo “Scandalo Quotidiano Di Un ‘Normale’ Morire”, tratto da “Lavorare Uccide” di Marco Rovelli, proposto dal Teatro Officina. Ulderico Pesce, allo spazio Mil di Sesto San Giovanni, presenta invece una rassegna personale sui temi civili che l’hanno da sempre visto in prima linea, a partire dal problema dei rifiuti tossici e industriali per proseguire con lo sfruttamento sul lavoro; mentre la compagnia Alma Rosè dà vita a “Fabricas”, sull’occupazione delle fabbriche argentine, allestito per la Festa nel nuovo Villaggio Barona sorto da ex fabbriche nell’estremo sud della città, che sarà inaugurato per l’occasione.

Altro filone è il Teatro che incontra la Letteratura coinvolgendo grandi narratori affermati anche sul palcoscenico come Antonio Moresco, di cui saranno rappresentati “Magnificat” e “Fuoco Nero”, freschi di debutto al Festival di Castiglioncello Armunia, e proponendo riletture da Proust, Moravia, Houellebecq, Cervantes, Baricco, Tommaso Landolfi, Giovanni Arpino, Erri de Luca, Guido Morselli. Da segnalare è anche la prima nazionale del capolavoro di Schnitzler “La Signorina Else” con il volto di Cecilia Cinardi e la regia di Federico Olivetti.

Oltre alle programmazioni in tutti i teatri cittadini, la Festa prevede molte altre iniziative tra laboratori, incontri per conoscere e provare i mestieri del teatro, visite guidate (alla Scala, al Piccolo, al Crt, a Palazzo Litta, al Laboratorio Colla, al cantiere del Teatro Puccini e anche a siti poco noti e poco abituali come il Teatro romano presso la Camera di Commercio e le Officine Ansaldo), giochi (una particolare “Caccia al teatro”) e originali allestimenti presso la Fondazione Pomodoro, l’Acquario civico, il Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, performances nelle tratte ferroviarie Milano-Monza, Milano-Seregno, Milano-Brugherio, Milano-Legnano (progetto Spettatori in transito).

Ulteriori informazioni: www.lombardiaspettacolo.com

La Festa del teatro di Milano è promossa da: Comune di Milano/Cultura, Provincia di Milano/Cultura; Regione Lombardia/Culture Identità e Autonomie della Lombardia; Ministero dei Beni e delle Attività Culturali/Direzione Generale per lo Spettacolo dal vivo e Associazione Generale Italiana Spettacolo Unione Regionale della Lombardia.

In collaborazione con: Provincia di Monza e Brianza, Comune di Legnano, Fondazione Cariplo, Ferrovie dello Stato, Fnac e Touring Club Italiano

Scroll To Top