Home > Report Live > La rivincita del tango

La rivincita del tango

Gruppo musicale francese, formato nel 1999 dai musicisti Philippe Cohen Solal e Eduardo Makaroff ai quali si è aggiunto successivamente Christoph H. Müller, i Gotan Project approdano in Italia con due date (a Roma il 2 dicembre e a Milano il 3 dicembre) per presentare dal vivo l’ultimo doppio CD: la raccolta dal vivo “Gotan Project live” che, attraverso 26 tracce, ripercorre i momenti più salienti e significativi della loro carriera.

Per una sera l’Alcatraz, tempio sacro del rock milanese, si veste di Tango, un genere che però i Gotan Project impreziosiscono e ravvivano con basi ritmiche tipiche della musica elettronica e della house: una miscela tra vecchi strumenti tradizionali del tango, come il bandoneòn, e alcuni nuovi strumenti, come campionatori e drum machine. Un ibrido esplosivo e magnetico, capace di conquistare i puristi del genere argentino e gli amanti delle sonorità più sperimentali.

Ad aprire la scena, e in particolar modo le danze, è stata “Queremoz Paz”, seguita dalla carismatica e suadente “Vuelvo Al Sur”. Protagonisti della prima parte del live, due seducenti e ammalianti ballerini di tango, mentre il gruppo, che non voleva distogliere l’attenzione dalla magia sprigionata dalla musica e dalla coppia di danzatori, era celato dietro un velo bianco.

Nella seconda parte i Gotan Project si sono rivelati al pubblico in adorazione, mentre sul grande schermo venivano proiettati video di accompagnamento ai pezzi suonati: la passionale “Mi Confesion”, l’avvolgente “Lunatico” e “Notas”, interamente dedicata alla madre terra Argentina. Tra gli astanti coppie di ballerini più o meno improvvisati che, stregati dall’atmosfera caliente e inebriante, si esibivano e volteggiavano nel parterre.

In un’ora e mezzo di live show i Gotan Project hanno proposto anche i brani che li hanno resi famosi in tutto il mondo, creando un clima incandescente con le più conosciute “Santa Maria”, “Una Musica Brutal” a “Triptico”, in grado di evocare l’atmosfera un po’ ipnotica tipica della trance.

Nonostante sui tangueros le discussioni in materia di una musica eccessivamente elettronica per gli amanti dei ritmi latini, oppure fin troppo folklorica per gli elettronicisti, siano ancora aperte, i Gotan Project sono riusciti a stregare le folle, con un mix accattivante e sicuramente innovativo che sanno egregiamente riproporre dal vivo.

Scroll To Top