Home > Recensioni > Lacrimosa: Lichtgestalt
  • Lacrimosa: Lichtgestalt

    Lacrimosa

    Data di uscita: 28-07-2005

    Loudvision:
    Lettori:

Pessimo episodio e carriera in caduta libera

La grafica del cd è nel tipico stile Lacrimosa, con una prima nota negativa di questo promo: come si fa a mettere il bollino del distributore proprio sopra al pagliaccio (caratteristico del gruppo) sul retro? Pur con tutto lo spazio presente…
Anche non dando troppa importanza a quello che sicuramente sarà stato un caso, il morale non accenna a migliorare quando metto il cd nel lettore. Dopo pochi secondi dal discreto inizio del primo brano si presenta, ad intervalli regolari di circa un minuto, un “biiip” che mi auguro sia legato semplicemente al consueto disturbo posto solo del promo e non del cd versione definitiva. Ad ogni modo questo scherzetto rende ancora più atroce l’ascolto di questo lavoro che non fa altro che confermare una cosa: abbiamo perso i Lacrimosa. Se eravate affezionati ai bei primi Lacrimosa, state molto lontani da questa “cosa”. “Biiiip”… E dai e dai, alla fine del cd sarò impazzito del tutto. Un momento… Ho capito!!! Il “Biiip” forse fa veramente parte del cd, che in realtà è solamente uno strumento di tortura auricolare.
Le canzoni sono caratterizzate da un alternarsi di motivetti che poi sfociano in un presunto impeto metal. La voce di Tilo è svanita nel tempo… Non che sia mai stata il pezzo forte del gruppo. Ma le melodie che avevano reso famosi i Lacrimosa sono decisamente un ricordo lontano. Avete capito: 8 brani, una nona traccia muta ed una decima penosa. State molto alla larga…

Scroll To Top