Home > Report Live > Largo ai Gossip

Largo ai Gossip

Non ci siamo pedissequamente impegnati a contare le volte in cui Beth Ditto ha dettograzie Milano”, ma possiamo assolutamente affermare che sono state almeno una cinquantina.

L’esuberante frontwoman dei Gossip non si aspettava un cambio di location per la grande richiesta di biglietti, e sicuramente è rimasta ancora più sbalordita quando si è trovata di fronte un Palasharp non strabordante, ma comunque ben riempito.

Il live show del terzetto indie-rock statunitense è stato nel complesso valido e anche divertente, nonostante qualche piccola imperfezione tecnica, un paio di strozzamenti di voce – nello specifico su “Your Mangled Heart” – e alcuni punti particolarmente acuti che Beth ha (astutamente?) evitato facendo cantare il pubblico al posto suo.

Oltre ai brani dell’ultimo album, “Music For Men”, la band ha riproposto alcune hit del precedente lavoro tra cui la title-track “Standing In The Way Of Control” che, ricordiamo, essere stata scritta in risposta alla decisione dell’allora presidente Bush di negare i diritti matrimoniali alle coppie gay.
Il momento di maggior pathos e coinvolgimento si è dimostrato essere, come era ovvio aspettarsi, sulle note del tormentone “Heavy Cross”, che ben interpreta l’ibrido di soul, gospel, rock, funk, disco e punk che caratterizza il contagioso sound dei Gossip.

Il grande consenso ottenuto ha ulteriormente galvanizzato la straripante Ditto che, complice il pubblico che sosteneva il filo del microfono, si è addentrata tra le file, è salita nelle tribune, si è mescolata ai presenti per abbandonarsi a calorosi saluti e dimostrazioni di affetto.

L’interazione è sicuramente stato un tratto caratterizzante del live: tra un brano e l’altro Beth si è più volte interfacciata con il suo pubblico, instaurando un dialogo che ha messo in evidenza la sua notevole vena comica, e non perdendo l’occasione per manifestare la sua personale battaglia contro l’omofobia, contro qualsivoglia discriminazione delle minoranze e a favore del nuovo presidente americano Obama.

Scroll To Top