Home > Recensioni > Last Days Of April: Gooey

Calderone

Da un enorme sacco magico stracolmo di elementi musicali pescate una voce con una tonalità delicata, chitarre acustiche ben mescolate con quelle elettriche in clean, un po’ di country e quella malizia alternative attuale. Il gioco è fatto e il risultato finale si chiama Last Days Of April.

Niente di sconvolgente, niente che rimarrà aggrappato alla nostra memoria a lungo termine. “Gooey” è un album con qualche bella canzone come il singolo “America” e il resto delle track che rasentano la normalità indie/rock/country/alternative.

Abbiamo perso il conto degli innumerevoli album ormai pubblicati. Potrebbe essere esagarato denigrare anche lievemente il lavoro fin qui offerto dai LDOA che, meno conosciuti di altre band, hanno dato a modo loro un ottimo contributo ad arricchire sempre più un certo sound di nicchia.

Sarà che veramente stiamo vivendo gli ultimi giorni di aprile, tanto da battere le mani per “Gooey”, anche se nessuno per il momento richiederà il bis.

Pro

Contro

Scroll To Top