Home > Rubriche > Music Industry > Le cuffie più desiderate e anche le più taroccate!

Le cuffie più desiderate e anche le più taroccate!

Dr. Dre è uno dei più famosi rapper mondiali e negli ultimi anni ha deciso di mettere a frutto tutte le sue conoscenze musicali nella realizzazione di strumenti in grado di fornire un’esperienza audio impareggiabile. Nasce, così, la collaborazione con HP per la realizzazione di una linea di PC dedicati appunto al multimedia e crea con Monster Cable una linea di cuffie semi-professionali per dispositivi mobile come music-phone, lettori MP3 e iPod.

Tra le più interessanti ci sono le Monster Beats Studio, un modello “over-ear” ad alte prestazioni dal costo di ben € 329,99. Disponibili nelle colorazioni bianco, nero e rosso, si rivolgono all’audiofilo che vuole godersi i propri MP3 in mobilità con la stessa qualità offerta da un impianto Hi-Fi. Non si tratta, quindi, delle solite cuffiette per iPad e lo si intuisce innanzitutto dall’attenzione al design. Possono piacere o meno, ma sicuramente non passano inosservate: quelle nel colore bianco sono molto stile iPod e infatti la Apple le ha inserite nel suo catalogo online vendendole al prezzo di € 299,95. All’interno della confezione di vendita, molto curata, troviamo, oltre le cuffie, un cavo Monster da 1,3 metri, un secondo cavo Monster iSoniTalk per iPhone, BlackBerry e altri music-phone, un adattatore 1/8 a 1/4″, un panno per la pulizia, una custodia rigida per il trasporto e due pile AAA.

Nonostante il peso sia leggermente superiore a quello che ci si aspetterebbe da un modello da viaggio, le Beats Studio sono molto comode e sono dotate di un meccanismo pieghevole che consente di trasportarle occupando uno spazio ridotto. Sono dotate, poi, di un rivestimento antigraffio che le rende anche molto robuste. I padiglioni sono morbidi e offrono un buon isolamento dai rumori esterni. Come premesso, possono essere utilizzate anche con un telefonino perché vengono fornite di cavo con microfono integrato e tasto per la risposta alle chiamate. Le due batterie AAA, invece, servono per alimentare l’amplificatore digitale integrato che ha il compito di restituire bassi più profondi e acuti morbidi. A tutto questo si aggiunge un sistema attivo di riduzione del rumore che funziona perfettamente e consente di isolare l’ascoltatore dall’ambiente esterno per un’esperienza senza distrazione.
Questo sistema di riduzione del rumore, però, non è altrettanto efficiente al contrario. In altre parole, chi ci sta vicino, potrebbe essere infastidito dalla musica che ascoltiamo che diventa percettibile anche a volumi non molto elevati.

Dal punto di vista della qualità, quindi, nulla da eccepire. L’esperienza audio che sono in grado di fornire è eccezionale, ma valgono davvero i soldi spesi? Sicuramente di tratta di un prodotto ben realizzato, non perfetto ma saprà soddisfare chi ama distinguersi e cerca dispositivi unici. Ma se il design non è un fattore fondamentale, a questo prezzo è facile trovare di meglio. Non sono Bluetooth e avremmo preferito che al posto delle pile AAA fosse stata integrata una batteria ricaricabile come fanno altri produttori tra cui Sennheiser. Mancano, inoltre, i controlli per il volume.

Se, però, siamo proprio decisi ad acquistarle e ad affrontare una tale spesa pur di averle, facciamo molta attenzione. Si tratta di un modello molto in voga, soprattutto tra gli appassionati di iPod e iPhone. Proprio per questo è anche uno dei più falsificati. Sul Web e su eBay è facile trovare queste cuffie a circa 100 euro, ma si tratta quasi sicuramente di una “fake”. Come detto, costano ben 300 euro ed è inutile sperare di trovarle a un prezzo molto inferiore. I falsi a prima vista sono identici all’originale e difficile a distinguerli. A uno sguardo molto più attento, le differenze si notano ma la cosa più cambia da quelle vere è come si sentono: basta indossarle e premere play per rendersi conto che una qualsiasi cuffia originale da 20 euro è in grado di riprodurre un audio migliore delle Monster Beats Studio false.

Scroll To Top