Home > Recensioni > Le Strisce: Torna Ricco E Famoso
  • Le Strisce: Torna Ricco E Famoso

    Le Strisce

    Loudvision:
    Lettori:

Le Strisce odiano il pop. O forse no

Trainati dal supersingolo strappalacrime “Are You Ok?”, i napoletani Le Strisce, sotto etichetta EMI, danno alle stampe il loro esordio “Torna Ricco E Famoso”. Dopo l’EP “Fare Il Cantante”, che tanto è piaciuto alla critica, i giovani campani erano attesi alla prova d’appello.

La prova è agilmente superata grazie a chitarre avvolgenti, melodie semplici e immediate e testi azzeccatissimi che anche quando parlano d’amore non scadono nel melenso e sdolcinato. Continuando su questa strada ci sono grandi speranze di aver scoperto una nuova e bella realtà della musica italiana. Se rimarranno con i piedi per terra questi ragazzi daranno grandi soddisfazioni al popolo indie.

Il testo di “Teenager” è uno spasso, così come sono grandi episodi il ritmo-Strokes di “Il Tuo Odore” e il pop di “Are You Ok?” (il piano, suonato da Cremonini, è molto vicino a “Un Senso Di Te” di Elisa) e “Adele Ne Ha 40″ (il vero gioiello del disco, veramente strepitosa).

“Chi Cazzo Sono Le Strisce?” ha nel titolo una chiara ispirazione agli Arctic Monkeys di “Who The Fuck Are Arctic Monkeys?”, confermando le loro ispirazioni di matrice brit-rock. Ci fosse stato qualche assolo e qualche tentativo di rendere leggermente più complessa la struttura dei pezzi sarebbe stato un mezzo capolavoro. Ma anche nella loro semplicità i brani vanno a comporre un buon disco, di gran lunga sopra la media prodotta da molte major italiane.

Pro

Contro

Scroll To Top