Home > Rubriche > Music Industry > Led TV: come sceglierle.

Led TV: come sceglierle.

Non si è fatto in tempo ad abituarsi ai nuovi televisori al Plasma e LCD, che il mercato viene stravolto dalle nuove TV a Led. Davvero frustrante per chi ha investito migliaia di euro per dotarsi di uno schermo gigante su cui gustarsi in HD i film preferiti con la stessa esperienza di una vera sala da cinema. Ma sono davvero migliori? E se sì in cosa?

Innanzitutto bisogna sempre tenere a mente il fatto che spesso si intraprende una strada nuova non perché sia migliore ma solo più conveniente. Basti pensare al fatto che molti produttori hanno preferito puntare tutto sugli LCD mentre i Plasma garantivano una resa cinematografica migliore. Stessa cosa potrebbe accadere con i display OLED che, pur offrendo una qualità molto alta, hanno difficoltà a trovare sbocchi commerciali visti i costi elevati.

Detto questo, torniamo ad analizzare questo fenomeno del momento: le TV a Led. Nella sostanza si tratta sempre di televisori che utilizzano pannelli LCD che, però, usano come sistema di retroilluminazione alcuni diodi luminosi (i Led appunto) al posto delle tradizionali lampade fluorescenti CCFL (Cold Cathode Fluorescent Lamp). Non si tratta, quindi, di una nuova tecnologia ma solo di un’evoluzione della prima.

I vantaggi sono essenzialmente una migliore luminosità, contrasti più elevati, consumi ridotti e dimensioni contenute. Su un televisore a Led i neri sono ancora più neri, i colori hanno una resa più naturale e i consumi possono essere ridotti anche fino al 40% in meno rispetto a un Lcd tradizionale. Esistono, però, diverse tipologie di Led TV e il consumatore potrebbe trovarsi disorientato tra le numerose sigle presenti sui volantini pubblicitari.

Questi nuovi televisori si dividono innanzitutto in due grosse categorie: Edge e Full Led. Nei primi i Led sono distribuiti sulla cornice dello schermo e sono provvisti di speciali diffusori che provvedono a creare un’illuminazione uniforme dello schermo. In quelli Full Led, invece, i diodi sono distribuiti secondo una griglia regolare su tutto il display. Questo permette di ottenere un livello di uniformità maggiore. I Full Led possono poi essere dotati di Local Dimming, un sistema che consente di spegnere totalmente un’area quando è necessario per ottenere un nero più intenso. I Led, infine, possono essere di tipo bianco o RGB. Questi ultimi offrono una resa cromatica migliore ma sono anche più costosi e, quindi, sono pochissimi a utilizzarli e molto probabilmente sono destinati a sparire.

In generale le TV Full Led con Local Dimming offrono un’esperienza visiva migliore ma consumano di più e non consentono di realizzare pannelli ultrasottili come quelli Edge. Alcuni produttori hanno recentemente presentato alcune TV Led Edge con Local Dimming dove lo schermo è diviso in macroblocchi, ognuno dei quali può essere considerato come un piccolo pannello Edge.

Allora quale scegliere? In generale la tendenza dei produttori è quella di puntare sui Led Edge, ma dire che questi siano migliori di quelli Full Led sarebbe sbagliato. Dipende da modello a modello perché non esiste in assoluto una tecnologia migliore ma dipende dal suo grado di sviluppo. Il consiglio, quindi, è quello di andare in negozio, accomodarsi in poltrona e chiedere all’addetto di poter vedere un film. Il proprio occhio è sempre lo strumento migliore per valutare la reale qualità delle immagini.

Scroll To Top