Home > Recensioni > Leitmotiv: A Tremulaterra
  • Leitmotiv: A Tremulaterra

    Leitmotiv

    Data di uscita: 05-10-2012

    Loudvision:
    Lettori:

Dalla Puglia un disco genuino e poco invernale

I pugliesi Leitmotiv danno alle stampe in questo 2012 il loro terzo lavoro intitolato “A Tremulaterra” e abbandonano parzialmente le loro radici folk intrise di musica popolare per sterzare verso un pop-rock più “europeo”. Il folk è sempre ben presente (“Les JEux Sont Faits”) ma melodie pop e arrangiamenti risultano più consoni ad un modo rock di fare musica (“Romeo Disoccupato”, “Lamaravilla”) che ben si unisce a quanto già fatto in precedenza. In questo nuovo lavoro si inventa davvero poco e si tende a rielaborare quanto già fatto in Italia nel mondo del folk/pop, riuscendo comunque a sfornare un lavoro interessante sotto il profilo musicale e delle liriche.

L’apertura con “Tremulaterra”, in pugliese a cappella, fa presagire un album di musica popolare pugliese, presagio spazzato via da “Pecore”, bellissima traccia pop dalla ritmica incalzante e travolgente. Molto bella anche “Romeo Disoccupato”, quasi come se gli Stereophonics si mettessero all’improvviso a cantare in italiano. Questo lavoro è tutt’altro che scontato, però ha qualcosa che lo blocca in rampa di lancio. Quando sembra che possa esplodere resta lì, senza provare ad osare qualcosa di più particolare. Comunque il tutto risulta molto gradevole.

Pro

Contro

Scroll To Top