Home > Recensioni > Leonard Cohen: You Want It Darker
  • Leonard Cohen: You Want It Darker

    Leonard Cohen

    Sony Music / none

    Data di uscita: 21-10-2016

    Loudvision:
    Lettori:

Il 21 ottobre esce il quattordicesimo album del grande cantautore canadese, Leonard Cohen. Il titolo “You Want It Darker” non è una domanda: il poeta della canzone non ci chiede se vogliamo l’oscurità, semplicemente ce la dà.  E in piccole dosi (solo 9 brani), con i lampi piu chiari del violino romantico e delle backing vocals, come sempre sensuali e femminili.

“You Want It Darker”, prodotto dal figlio dell’artista riprende la strada esattamente di Cohen con il precendete lavoro“Popular Problems” (uscito due anni fa). Potremmo considerarlo un continuo in stile Cohen. C’è chi, vista l’eta del cantante, e le tematiche toccate nei testi (ed il recente articolo di New Yorker in cui il cantante dichiara di sentirsi pronto alla morte), sarebbe piu propenso a pensare a una “conclusione”, ma la forma poetica e vocale dell’artista – la cui voce con il tempo è scesa ai registri più bassi divenendo piu cupa e ruvida – può tranquillizzare i fan. Il canto di Cohen somiglia sempre piu alla recitazione, ma sembra una scelta voluta.

A 82 anni l’artista canadese ha ancora tanto da offrirci, come la partecipazione del coro The Shaar Hashomayim Synagogue Choir di Montreal con Gideon Zelermyer. Presenza che avvicina alcune composizioni del cantautore alle preghiere, universali e contemporanee, e che ne esplorano la religiosità. Da non tralasciare l’importanza delle sue melodie, che ancora una volta riescono a sorprenderci: basta menzionare i suoni del bouzouki Greco in “Traveling Light”, insieme al brano “You Want It Darker” uno dei pezzi piu forti dell’album.

 

La  tracklist

  1. You Want It Darker
  2. Treaty
  3. On the Level
  4. Leaving the Table
  5. If I Didn’t Have Your Love
  6. Traveling Light
  7. Seemed the Better Way
  8. Steer Your Way
  9. String Reprise / Treaty

Pro

Contro

Scroll To Top