Home > Recensioni > Leti Dafne: Molto di più
  • Leti Dafne: Molto di più

    Autoprodotto / none

    Data di uscita: 01-04-2020

    Loudvision:
    Lettori:
    4.2 (84.44%) 9 vote[s]

Correlati

Si intitola “Molto di più” il nuovo disco autoprodotto di Leti Dafne, in uscita il 1 aprile, tratta traccia dopo traccia diversi temi: dal femminicidio all’omofobia passando per la crisi d’identità dell’uomo moderno, fino ad arrivare all’amicizia e al maltrattamento continuo che la nostra amata cultura subisce ai giorni nostri. L’unico featuring del disco vede protagonista il rapper salentino Mad Dopa.
Il nuovo lavoro è caratterizzato da testi tanto profondi quanto diretti e si presenta agli ascoltatori con un sound a dir poco innovativo e fuori dagli schemi. Delle strumentali molto moderne e molto ben arrangiate spianano la strada a scelte vocali fuori dal comune, abbiamo infatti strofe in cui la voce rappa prepotente sul beat, alternate alle incantevoli melodie del canto lirico; queste caratteristiche fondendosi tra loro nel mix di Fex (che ha curato anche il mastering all’RKH Studio di Torino) danno vita ad un lavoro di inediti particolarmente elaborato che non perde però per nulla, aspetti fondamentali come l’orecchiabilità e la fruibilità. Tra i brani che sicuramente sono da segnalare troviamo: “Corvi e Lupi” (primo singolo estratto uscito il 13 marzo), “Molto di più” (Title track del disco) e “Strana Stella”.
Concludendo non possiamo che essere curiosi di vedere cosa Leti Dafne ci riserverà per i suoi lavori futuri.

di Carlo Capretta

Pro

Contro

Scroll To Top