Home > Recensioni > Lilith And The Sinnersaints: Stereo Blues Vol.1 – Punk Collection
  • Lilith And The Sinnersaints: Stereo Blues Vol.1 – Punk Collection

    Alpha South Records / 2roads

    Data di uscita: 20-10-2013

    Loudvision:
    Lettori:

Lilith non si fa fermare dagli anni che passano: la cantante piacentina ancora dopo 20 anni di carriera nel mondo del punk ha deciso di non attaccare la musica al chiodo, ma ai ricordi. Persevera, ma lo fa con un omaggio alle band e agli artisti che l’hanno plasmata e trasformata dalla semplice Rita Oberti all’artista Lilith. Il primo EP dei 4 previsti è “Stereo Blues Vol. 1 – Punk Rock Collection”, dedicato proprio al genere punk rock con il tributo a The Clash, Television, Bad Brains e The Saints. Lilith però non si limita a farne delle cover, ma le canta adattandole al suo stile: “Sailin’On”, per esempio, viene rallentatae diventa quasi una ballata punk.

Ad un primo ascolto sembra un azzardo: la voce ancora potente ma ormai non più giovane di Lilith, il mobilio polveroso del punk anni ’70, il tutto può risultare stantio e fine a se stesso. Ma, al riascolto e con le conoscenze di tutto ciò che ci sta dietro, come la sterminata passione per la musica punk e non solo, non può che essere un progetto da apprezzare.

Pro

Contro

Scroll To Top