Home > Recensioni > Lisa Hannigan: Sea Sew
  • Lisa Hannigan: Sea Sew

    Lisa Hannigan

    Data di uscita: 03-02-2008

    Loudvision:
    Lettori:

Musica di gran classe

Arriva in Italia a cinque mesi di distanza dall’uscita nelle isole d’oltre Manica “Sea Sew”, il disco di debutto di Lisa Hannigan, la nuova stella d’Irlanda. Che finalmente ha deciso di interrompere il sodalizio con Damein Rice per provare a camminare sulle proprie gambe, regalandosi al pubblico in tutta la sua interezza.

Più che un disco di studio “Sea Sew” ha tutta l’aria di un live acustico, mancano solo gli applausi del pubblico. Ogni nota si sente ruvida e pacata, le pelli della batteria sono gentilmente accarezzate, gli archi impreziosiscono dinamiche, melodie e armonie. E della voce di Lisa non solo si apprezza la rotondità, ma anche l’atmosfera raccolta e sussurrata. Così avvolgente che sembra essere proprio lì, nella tua camera, a cantare per te. Introspettive e cullanti come una ninna nanna, le tracce rivelano un’intensità e un groove inaspettato. E i momenti cauti di “Ocean And A Rock” e della splendida “Lille” lasciano spazio a movimenti andanti, come “Sea Song”, e quasi ipnotici, come “Keep It All”.

Figlia diretta di quel pop raffinato di casa Susan Vega e Fiona Apple, Lisa Hannigan si merita con “Sea Sew” un ruolo di spicco tra le voci femminili esordienti che nell’ultimo anno ci hanno letteralmente invaso.

Scroll To Top