Home > Recensioni > Lo Hobbit – La Desolazione di Smaug
  • Lo Hobbit – La Desolazione di Smaug

    Diretto da Peter Jackson

    Data di uscita: 12-12-2013

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Peter Jackson torna ad assediare i botteghini natalizi con la trilogia tolkieniana che certifica la sua incapacità di passare a nuovi progetti. “Lo Hobbit: La Desolazione di Smaug” riprende il viaggio di Bilbo e della compagnia verso la montagna solitaria dove il temibile drago Smaug (Benedict Cumberbatch solo voce) custodisce i tesori dei nani, mentre le forze oscure cominciano a palesarsi agli occhi di chi, come Gandalf e Radagast, sa riconoscerle.

Un drago stupendo, un sacco di paesaggi della Nuova Zelanda, un Martin Freeman sempre più hobbit e il ritorno dell’amatissimo Legolas, con qualche inserto femminile. Sebbene sia quasi un appuntamento obbligatorio, vi rassicuro: fila tutto molto, molto meglio rispetto al lentissimo e parecchio inutile capitolo iniziale.

Tuttavia i magheggi necessari a cavare tre film da un libro agevolmente adattabile in uno di media lunghezza si fanno ancora sentire: due ore e quaranta minuti che qua e là continuano a sembrare eterni e/o trascurabili. Jackson però ha il coraggio di tradire la fonte e fare di testa sua, stavolta azzeccando un paio di svolte davvero riuscite. L’esclamazione di contrarierà che emette il pubblico al momento di dire di nuovo arrivederci a Bilbo testimonia come stavolta si sia trovato il ritmo giusto.

Pro

Contro

Scroll To Top