Home > Recensioni > Loners: I Remember A Dream
  • Loners: I Remember A Dream

    Loners

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Meraviglioso disastro

Ecco una interessante band italiana dedita a sonorità blueseggianti ma personali. Eh si perché il combo siciliano ha infarcito per bene la propria proposta di tante cose interessanti.

Chitarre alla Allman, tastiere e archi alla primo Bowie, atmosfere tristi come quelle a cui ci hanno abituato i Black Heart Procession. La voce caldissima di Salvo è assolutamente di rilievo, la composizione pure e anche la produzione è molto dinamica ed azzeccata.

Ma perché a rovinare tutto, ogni tanto, violini e chitarre devono essere scordati? Un dettaglio non da poco che penalizza perle come “When Someone Doubts You”. Un vero peccato.

Che dilemma trovarsi di fronte ad un disco davvero ben fatto e ricco di spunti ma con una pecca potenzialmente disastrosa (violini stridenti e scordati o chitarre stonate tra loro) in un paio di pezzi.
Bocciare o passare come licenza artistica?
Tutt’ora il dubbio persiste in quanto sono le uniche due pecche, per altro presenti in soli due brani.
Ai posteri l’ardua sentenza, intanto il resto del lavoro è davvero notevole.

Pro

Contro

Scroll To Top