Home > Recensioni > Lorenzo Lambiase: Lupi E Vergini
  • Lorenzo Lambiase: Lupi E Vergini

    Lorenzo Lambiase

    Data di uscita: 10-12-2012

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Secondo disco per il cantautore romano

Lorenzo Lambiase è un cantautore romano giunto al secondo disco, dopo “La Cena” del 2009. Un album che racchiude testi interessanti e intriganti, sezioni melodiche classiche di basso-batteria-chitarra intermezzate da suite elttroniche che danno un tocco di varietà ad un lavoro che altrimenti si sarebbe potuto confondere con un qualsiasi altro disco cantautorale italiano. Undici tracce lineari, nel segno delle chitarre, ora distorte, ora appena accennate tramite arpeggi delicatissimi. Un secondo lavoro maturo ed interessante che però non spicca il volo, restando sempre ancorato lì, su idee semplici (forse troppo).

Partiamo subito da un lato negativo: il volume della batteria. È troppo alto rispetto al resto. La parte finale di “Contro Il Vento” ne è un esempio, ma è per tutto il disco che si nota una certa discrepanza di volumi. Altro lato negativo è quello della semplicità del disco, che per carità, non guasta mai. Ma un po’ di inventiva o tocco di genio non sarebbe guastato.
Un lato positivo è senza dubbio quello rappresentato dai testi, che simboleggiano uno stato d’animo non proprio idilliaco. Ma si sa, la tristezza è ottima consigliera in fatto di idee musicali, e qua ce n’è la prova. Perla del disco, “L’Oro”, quasi commovente.

Pro

Contro

Scroll To Top