Home > Recensioni > Low Frequency Club: Mission

Tom Cruise è guardingo

La missione assegnata ai Low Frequency Club non era impossibile, anche se ammettiamo che fare un LP al pari del precedente è un’impresa non da poco. Ma comunque Tom Cruise non è proprio contentissimo.

“Mission” è costituito nel dettaglio da otto brani sempre sul danzereccio-funk andante, sempre in lingua inglese, sempre ben eseguiti senza intoppi tecnici; quel che stupisce è che stavolta non ci sia né abbastanza vena artistica né peculiarità che riescano a sbloccare un lavoro di per sé positivo da una ricezione tendente pressoché al negativo.

L’internazionalità del gruppo bresciano è ancora fortemente presente, ma ciò non basta a promuoverlo a pieni voti.

Non intendiamo affatto sminuire le capacità di questa band che è sicuramente scafata e sa fare il proprio mestiere abbestia.
Rimaniamo però delusi dall’apparente abbandono dello spirito d’iniziativa nel portare a termine cose ben più apprezzabili di quest’ultimo disco.

Pro

Contro

Scroll To Top