Home > Recensioni > Luca Milani: Lost For Rock’N’Roll
  • Luca Milani: Lost For Rock’N’Roll

    Luca Milani

    Data di uscita: 01-01-2013

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Persi nel rock’n’roll

Giunto al terzo disco da solista dopo aver militato nei File, Luca Milani vira da un folk purissimo verso un rock elettrico molto più incisivo e graffiante, attraverso suoni grezzi alternati a episodi più intimistici e malinconici. Il primo singolo “Silence Of This Town” ci rimanda (e non poco) al Bruce Springsteen degli ultimi anni, rock’n’roll essenziale e deciso. Le ballad sono il punto forte del disco, ma anche quando si accelera il ritmo e accendono gli amplificatori (“Demons Inside”) l’album ha il suo bel perché. Rock di matrice essenzialmente statunitense, con un grande lavoro fatto da Giovanni Versari in fase di mastering (già al lavoro con Capossela e Afterhours) per un disco promosso a pieni voti.

Un lavoro che sa essere emozionante e toccante quando abbassa i ritmi ma anche deciso e grintoso quando le chitarre elettriche la fanno da padrone. La dolcissima apertura “On A Saturday Night” fa da preludio a “Silence Of This Town”, primo vero brano rock’n’roll tra i 10 in scaletta. Nel complesso è un disco di facile ascolto, diretto ma molto particolare. Un rock tirato e cantato in inglese da un artista italiano è già di per sé un fatto straordinario. Se poi ci si aggiunge il fatto che le influenze principali sono cardini della musica made in USA come Dylan e Springsteen, allora non si può che apprezzare ed applaudire un lavoro maturo e degno di nota nel panorama musicale italiano.

Pro

Contro

Scroll To Top