Home > Recensioni > Ma tu di che segno 6?

Quali mai saranno le parole più cliccate dagli italiani su Internet? “Papa Francesco”, “meteo”, “YouTube” e… “oroscopo”! E come non cogliere l’occasione per comporre una nuova sceneggiatura?
Eccoci quindi di nuovo, alle porte di Natale, invitati in sala dai fratelli Carlo ed Enrico Vanzina (soggetto e sceneggiatura) e Neri Parenti (regia) con “Ma tu di che segno 6?“.

Questa volta si alternano cinque storielle di personaggi più o meno vittime dipendenti dai loro profili astrali. Di quelli che, in sostanza, non muovono un passo, a meno che non glielo abbia detto l’oroscopo.
Un pretesto in più insomma, quello degli autori, per creare malintesi grotteschi, fraintendimenti che sfocerebbero in grandi risate, varie trovate per circuire la bellona di turno.

Nel cast l’immancabile Massimo Boldi nei panni di un ipocondriaco, Ricky Memphis di un perseguitato dalle «donne ariete», Vincenzo Salemme di un papà geloso, Gigi Proietti di un avvocato senza scrupoli, e – dulcis in fundo – la coppia Pio e Amedeo (direttamente dal programma “Le Iene”) che interpretano due amici impegnati a darsi man forte nella conquista del gentil sesso (Vanessa Hessler e Mariana Rodriguez).

In casa Vanzina succede così: gli anni 90 trascorrono tra decine di pellicole, in spiaggia o sotto la neve, ambientate in ogni sorta di latitudine, e accolte da applausi e gonze risate del pubblico. Ma poi la fantasia scarseggia sempre più. Le gag si sgonfiano e scemano. Gli attori fanno quel che possono, le attrici spesso non sono neanche degne di tale nome, perché provenienti da tutt’altri settori. Il film può essere sorretto da un mostro sacro come Gigi Proietti? Di quello ce n’è uno e i miracoli non può certo farli.

Una nota di merito a Pio e Amedeo, simpatiche canaglie, inclini all’improvvisazione con risultati molto credibili.

Pare che Hitchcock dicesse: «Un buon film è quando il prezzo della cena, il biglietto di ingresso e il costo della baby-sitter valgono la pena».
Ecco, francamente, non è uno di quei casi.

Pro

Contro

Scroll To Top