Home > Recensioni > Madeleine: Boy = Man
  • Madeleine: Boy = Man

    Madeleine

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

L’indie rock a Bonn si suona così

Di una cosa possiamo essere certi: se il fenomeno indie rock ci ha abituati alla maleducazione, al disordine e alla totale mancanza di raffinatezza, i Madeleine ci viziano proprio con quello che la maggior parte dei gruppi con prefisso “The” sembra avere perso per strada da tempo.
Sei tracce più una intro in apparenza semplici, costruite su pochi giri di accordi e su melodie vocali originali e azzeccate, una impalcatura dietro la quale, a sorreggere il tutto, sta una incredibile ricerca per l’eleganza, nei suoni, nelle linee melodiche, nello stesso artwork; eleganza presente in tutto quello che appartiene ai Madeleine.
Sei tracce dunque, in bilico tra Coldplay e Jeff Buckley, nella migliore tradizione british, quella più edulcorata che ha il suo punto di forza proprio nel gruppo capitanato da Chris Martin. Spuntano anche i Motorpsycho, una volta giunti alla quarta traccia “By Bus”, arricchita dall’apporto di un organo hammond, e sempre presenti sono alcune influenze emo, per lo più nelle linee vocali.
Un lavoro davvero notevole, quindi, per questo giovane quartetto tedesco, un affresco raffinato e dai colori tenui di un genere che ha molto più da offrire di quanto i The… di turno sembrerebbero proporci.

Scroll To Top